FE: Vandoorne conquista la pole a Roma per Gara 1

Seconda pole stagionale per il pilota della Mercedes, che in finale ha la meglio su Robin Frijns. de Vries e Da Costa in seconda fila

È stato Stoffel Vandoorne ad assicurarsi la pole position della prima manche dell’ePrix di Roma. Dopo aver vinto nella città eterna lo scorso anno, il pilota della Mercedes ha prenotato nuovamente l’appuntamento con il podio. Autore di un ultimo tentativo quasi chirurgico, Vandoorne ha saputo approfittare dell’errore commesso nel primo settore da Robin Frijns. Arrivato a ruote bloccate in curva 4, il pilota del team Envision Racing non è poi stato in grado di recuperare il gap, dovendosi accontentare della seconda posizione ad oltre 3 decimi dal poleman.

Vandoorne, durante il suo percorso, è riuscito a passare l’eliminatoria del Gruppo A con il terzo crono. Il belga della Mercedes ha poi incrociato le armi contro le due DS Techeetah battendo dapprima Jean-Éric Vergne, il quale non è riuscito a ripetere quanto di buono fatto vedere nelle ultime prove libere, e in semifinale António Félix da Costa. Il duello con il portoghese è stato infuocato, con Vandoorne che è riuscito ad avere la meglio per soli 15 millesimi.

A scattare dalla terza piazzola sarà il campione in carica Nyck de Vries che ha avuto vita facile nei quarti contro l’Andretti di un ottimo Jake Dennis, autore del miglior crono del Gruppo A. L’olandese si è però dovuto arrendere contro Frijns. A seguire le due DS Techeetah di Da Costa e Vergne e le due Porsche di Pascal Wehrlein ed André Lotterer. Il tedesco, andato a muro nelle seconde prove libere, ha costretto i meccanici agli straordinari per sistemare in tempo la monoposto. Chiudono la top 10 Mitch Evans, con una Jaguar ancora non in perfetta forma, e la Mahindra di Oliver Rowland.

Qualifica da dimenticare per il leader di campionato Edoardo Mortara. Dopo aver siglato il riferimento nelle prime prove libere, il ginevrino non è riuscito ad andare oltre l’undicesimo crono. La sua Venturi sembra soffrire fra le strade dell’EUR mostrando un assetto poco bilanciato, lo conferma anche il dodicesimo tempo del compagno di squadra Lucas Di Grassi. Sono arrivati ai ferri corti Sam Bird e Sébastien Buemi, l’inglese è stato costretto ad abortire il suo ultimo tentativo venendo ostacolato dal pilota Nissan. Non è bastato il caloroso tifo giunto a supportare Antonio Giovinazzi in quel di Roma, il pilota di Martina Franca scatterà dall’ultima posizione nel suo primo E-Prix di casa.

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente WSBK: Razgatlıoğlu in pole ad Aragón Successivo F1: Leclerc conquista la pole position in Australia

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.