Formula 1, Pascal Wehrlein: “Mercedes non mi scelse perché ero inesperto”

Pascal Wehrlein, attuale pilota della Porsche in Formula E, ha rilasciato una recente intervista al podcast tedesco di Sport 1, parlando principalmente della sua esperienza in F1. Ecco alcuni estratti.
“È difficile descrivere i sentimenti che si provano quando si diventa un pilota di Formula 1, specialmente se è un tuo sogno fin da piccolo. Inoltre, succede tutto talmente velocemente, che quasi neanche ci pensi, immergendoti totalmente nel lavorare con il team.
Alla fine del 2016 la Mercedes doveva scegliere fra me e Valtteri Bottas per sostituire Nico Rosberg. Scelsero lui, perché secondo avevo guidato in F1 per un solo anno, e dunque ero relativamente inesperto. Tuttavia, il 2016 era stato un anno molto positivo. La Manor era una squadra con pochissime risorse e mezzi, tanto che poi non partecipò alle successive stagioni, ma riuscimmo ad andare a punti e ad ottenere buone prestazioni. Secondo me è stato un buon anno, ma evidentemente era troppo poco per la Mercedes.
Adesso sono comunque felice in Formula E, molto diversa rispetto alla F1. In quest’ultima, ad esempio, il divario tra il primo e l’ultimo pilota è enorme, in confronto alla serie elettrica. Lì la macchina conta molto di più, mentre in FE la differenza principale la fa il pilota. Il fatto che ci sia una differenza così minima fa sì, inoltre, che passi dal vincere ad avere un week-end storto, finendo nelle ultime posizioni. È un campionato molto livellato e competitivo.”

Pierluigi Magro

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente Dakar: ecco le vetture Classic Successivo MotoGP: Aprilia starebbe valutando anche Joe Roberts

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.