Formula 2: Doppietta Carlin con Daruvala e Tsunoda. Schumacher è campione!

credits: Twitter @DaruvalaJehan

Mick conquista il titolo nonostante non abbia preso punti

Se ci si aspettava un finale thrilling, così è effettivamente stato.
L’ultima gara stagionale, la Sprint Race del GP di Sakhir sul Bahrain International Circuit, ha regalato emozioni dall’inizio alla fine.
La contesa tra Callum Ilott e Mick Schumacher si è infine ritolta in favore del tedesco, che è arrivato al traguardo solamente in tot posizione, ma ha approfittato della stessa sorte dell’inglese, relegato ai margini della top 10 e fuori dai punti.

credits: Twitter @FIA_F2

La griglia di partenza ha visto Schumacher ed Ilott in terza e quarta posizione, a causa della doppia penalità inflitta a Nikita Mazepin per le manovre su Yuki Tsunoda e Felipe Drugovich, che ha causato al russo una discesa dal terzo al nono posto complici i 5 secondi di penalità per ognuna delle due infrazioni commesse (10 secondi in totale).

La gara è così partita con Dan Ticktum e Jehan Daruvala in prima fila, mentre già alla prima curva Schumacher ha superato l’indiano della Carlin, per poi riperdere la posizione in curva 4, con un gran bloccaggio, che ha messo in crisi le sue gomme.

Schumi ha poi effettuato un giro veloce, prima di accusare un flatspot sulla gomma spiattellata dal bloccaggio al primo giro, ed ha cominciato a doversi difendere da Ilott, che lo seguiva in quarta posizione.

Per alcuni giri il tedesco ha difeso con le unghie e con i denti la propria posizione arrivando anche al bloccaggio in numerose occasioni, salvo poi arrendersi sia ad Ilott che a tutti gli altri piloti che seguivano a distanza ravvicinata.
La lotta tra Ticktum e Daruvala, infatti, ha creato un trenino fino alla settima posizione di Drugovich, che vedeva in ordine Ticktum, Daruvala, Schumacher, Ilott, Robert Shwartzman, Guanyu Zhou e lo stesso Drugovich, a cui pian piano si sono aggiunti Tsunoda, Mazepin, Luca Ghiotto e Giuliano Alesi.

Schumacher è così stato superato da Ilott, Shwartzman e Zhou ed ha deciso di rientrare ai box per sostituire le gomme ormai finite, rientrando nelle ultime posizioni.

Nel frattempo si è fatta serrata la lotta per la terza posizione, con Ilott che si è trovato nella stessa situazione di Schumacher, venendo superato dagli altri piloti.

Davanti Daruvala ha tentato in tutti i modi di superare Ticktum, che ha difeso a lungo la leadership di gara prima di perdere la posizione in favore dell’indiano. Intanto prendeva ritmo anche Tsunoda, che dall’ottava posizione è riuscito a districarsi dagli avversari prima di arrivare negli scarichi del pilota della DAMS, arrivando poi a superarlo negli ultimi giri e completando la doppietta per il team Carlin, che in questo weekend ha dimostrato uno stato di forma eccezionale.

Zhou ha chiuso in quarta posizione davanti a Shwartzman, Alesi, Ghiotto e Drugovich, che ha completato la zona punti.
Ilott ha infine chiuso in decima posizione dietro a Mazepin, dovendo dire addio ai sogni iridati.

Questo ha permesso a Schumacher, arrivato al traguardo in diciottesima posizione, di vincere il campionato 2020 con 14 punti sul compagno di Academy (FDA) e di arrivare in Formula 1 da campione Formula 2.
La Prema, dopo aver conquistato ieri il titolo riservato ai team, festeggia oggi anche il titolo piloti.

credits: Twitter @PREMA_Team

Con la seconda posizione di oggi, Tsunoda ha consolidato il terzo posto in classifica generale, davanti a Shwartzman e Mazepin, che è riuscito ad ottenere la Superlicenza per poter correre l’anno prossimo con la Haas in Formula 1, mentre Zhou ha chiuso al sesto posto assoluto.

Qui potete vedere i risultati della gara e la classifica finale.

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente WRC: Sébastien Ogier vince l'ACI Rally Monza e si porta a casa il settimo titolo. Hyundai vince il secondo titolo Costruttori di fila Successivo Formula Regional: Rasmussen vince Gara 3 a Vallelunga. Leclerc out, Petecof Campione!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.