Formula 2: La bandiera rossa regala ad Ilott la quinta pole stagionale. Schumacher solo decimo

credits: Twitter @FIA_F2

La vettura di Alesi ha accusato un problema al motore sul finale di sessione, che ha costretto la Race Direction a terminare anticipatamente le qualifiche

Callum Ilott si conferma sempre di più l’uomo delle qualifiche. Il pilota del team UNI-Virtuosi ha conquistato la quinta pole position stagionale in una sessione condizionata da due bandiere rosse.

Dopo soli 10 minuti Yuki Tsunoda è finito in testacoda alla curva 13, e non è riuscito a far ripartire la propria vettura, causando l’esposizione della bandiera rossa.
Il giapponese ha quindi concluso anticipatamente le qualifiche senza segnare nessun riferimento cronometrico degno di nota e partirà in ultima posizione nella gara di domani.

Ha faticato molto Mick Schumacher, attuale leader di campionato, che nel primo tentativo ha dovuto alzare il piede nel terzo settore, proprio a causa delle bandiere gialle esposte per il testacoda di Tsunoda.
Il pilota della Prema è stato nuovamente sfortunato quando nell’ultimo minuto disponibile è stata esposta la bandiera rossa per la vettura di Giuliano Alesi ferma sul rettilineo del traguardo, dovendo quindi rinunciare all’ultimo giro lanciato.

Ne ha quindi approfittato Ilott per segnare il miglior tempo in 1:41.479, staccando di oltre 3 decimi Felipe Drugovich, che è stato comunque bravissimo a conquistare la seconda posizione sulla griglia di partenza nella gara di domani.
I due aprifila sono inoltre stati gli unici a scendere sotto l’1:42.
In terza posizione troviamo Dan Ticktum che ha chiuso davanti a Marcus Armstrong.
Il pilota neozelandese ha eguagliato il miglior risultato in qualifica che ha ottenuto nel GP del Mugello.
La terza fila sarà composta da Guanyu Zhou ed Alesi, che nonostante i problemi al motore, era riuscito in precedenza ad agguantare la sesta posizione.
Nikita Mazepin, migliore nelle prove libere, ha ottenuto il settimo tempo davanti a Jehan Daruvala, mentre Schumacher ha completato la top 10 dietro a Christian Lundgaard.

La pole di Ilott è stata fondamentale sia in ottica gara (data la lontananza di Schumi) che in ottica campionato; oltre alla partenza dalla prima casella in griglia nella gara di domani, il pilota della FDA ha conquistato anche i 4 punti della qualifica, riducendo il gap dal tedesco a soli 18 punti, con ancora una qualifiche e quattro gare da disputare.

credits: p300.it
/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente WSBK: Folger e Laverty con BMW Successivo Un finale...soprannaturale per la smart e-cup!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.