Formula E: Aggiornata la classifica di gara alla fine del primo ePrix di Valencia. Squalificati Lynn, Bird e Da Costa, a punti Dennis e Vergne

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   

Pioggia di penalità per overusing di energia. Evans sconterà tre posizioni in griglia nella gara di domani

In seguito al caotico ultimo giro nel primo ePrix di Valencia della Formula E non sono mancati i colpi di scena, a cominciare dall’immediato post gara. Se Oliver Rowland ed Alexander Sims sono stati squalificati pochi minuti dopo la fine della gara, per aver utilizzato più energia di quanto consentito, perdendo il podio, la stessa sorte è toccata ad altri tre piloti.

Infatti António Félix Da Costa, Alex Lynn e Sam Bird sono stati squalificati per lo stesso motivo, perdendo quindi rispettivamente la settima, l’ottava e la nona posizione. A beneficiare di queste penalità sono stati Jake Dennis e Jean-Éric Vergne, che avevano concluso la gara appena fuori dai punti. I due piloti vengono dunque promossi in ottava e nona posizione, mentre Lucas Di Grassi (che aveva concluso al decimo posto) è stato promosso in settima posizione.

credits: Formula E

Conseguentemente al nuovo aggiornamento della classifica di gara, cambia anche la classifica piloti del campionato: a Bird sono stati tolti i due punti che aveva conquistato a fine gara prima della squalifica, per cui ritorna a 43 punti in campionato a pari merito con Robin Frijns.

I punti tolti a Bird si riflettono anche sulla classifica riservata ai team, con la Jaguar che torna a quota 82. Alla DS Techeetah sono stati tolti i punti relativi alla settima posizione di Da Costa, con il team cinese che scende a quota 51. Sale a quota 43 punti la Audi.

Infine Evans dovrà scontare tre posizioni in griglia nella gara di domani, per aver causato un incidente con Sérgio Sette Câmara in curva 9

Precedente Rally di Croazia, Seconda Tappa: Sébastien Ogier comanda la doppietta della Toyota Successivo CIRT: Umberto Scandola e Guido D'Amore vincono il Rally Adriatico

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.