Formula E: Bird vince Gara 2 a New York e diventa il nuovo leader di campionato

Domenica fantastica per il pilota della Jaguar, che capitalizza dalla pole position e si riprende la leadership di campionato, che più volte è mutata in questa stagione

Giornata trionfale per Sam Bird, che sul tracciato di New York conquista prima la pole position, poi la vittoria in Gara 2, strappando la leadership di campionato ad Edoardo Mortara e Robin Frijns, che dopo il primo ePrix di sabato si erano trovati appaiati in testa alla classifica.

Lo svizzero della Venturi, infatti, ha disputato un weekend disastroso dove non ha conquistato alcun punto in nessuna delle due gare, terminando Gara 1 in quattordicesima posizione e Gara 2 al diciassettesimo posto, uscendo dal continente americano con due zeri pesantissimi.

Il tutto appannaggio dell’inglese della Jaguar, che ha dominato la contesa dall’inizio alla fine, seguito per quasi tutta la gara dal compagno di squadra Mitch Evans, prima che quest’ultimo cedesse il passo a Nick Cassidy ed António Félix da Costa a pochissimi minuti dal termine. Il pilota neozelandese ha forato la gomma posteriore sinistra, riuscendo comunque a portare la propria vettura al traguardo, ma solamente in tredicesima posizione.

Ne ha beneficiato sicuramente Cassidy, che finalmente è riuscito ad agguantare il podio che gli era sfuggito in Gara 1 dopo la conquista della pole position. Chi ne ha beneficiato di più, però, è stato da Costa, che fino ad un minuto e 40 secondi occupava la quarta posizione, ma grazie al problema di Evans è riuscito a salire sul podio per la terza volta in stagione.

Top 5 completata dalle due Porsche, con Pascal Wehrlein davanti al compagno André Lotterer. A punti anche Norman Nato, che ha portato a casa la sua seconda buona gara chiudendo al settimo posto, dopo la quinta posizione ottenuta nel secondo ePrix di Valencia.

Strepitosa la gara di Frijns, che dalla 21esima posizione ha rimontato fino all’ottava, conquistando quattro punti preziosi in ottica di campionato, chiudendo davanti ad Alex Lynn e Maximilian Günther, che dopo la vittoria in Gara 1 ha chiuso solamente in decima posizione.
Gara disastrosa per altri due pretendenti al titolo, con René Rast che non è andato oltre il ventesimo posto, e Jean-Éric Vergne, che dopo i problemi in qualifica (che non gli hanno permesso di completare nessun giro), ha dovuto ritirarsi subito dopo la partenza della gara, probabilmente per gli stessi problemi.

credits: Formula E

Cambia nuovamente la classifica di campionato a sole 4 gare dal termine, con Bird che comanda con 81 punti ed un vantaggio di soli 5 punti su da Costa e Frijns, che inseguono a quota 76. Tutto sommato Mortara non ha perso tantissimo terreno, rimanendo a quota 72 punti, con uno svantaggio di 9 punti dal nuovo leader.

credits: Formula E

Weekend importante per la Virgin Racing, che con le prestazioni di Cassidy e Frijns comanda la classifica riservata ai team con un distacco di soli due punti sulla DS Techeetah e di 5 punti sulla Jaguar. Negli ultimi due round, dunque, si prospetta una battaglia serrata per i tre team, senza contare i possibili colpi di scena che già più volte abbiamo visto in questa stagione.

credits: Formula E
/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente British Talent Cup: Belford concede il bis in Gara 2 Successivo WEC: Nyck de Vries presente alla 6 Ore di Monza con il Racing Team Nederland

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.