Formula E: Dennis conquista la pole position per Gara 2 a Valencia

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   

Le condizioni mutevoli della pista gli ultimi 6 piloti accedono alla Superpole. Il pilota della BMW ha la meglio su tutti

Le condizioni dell’asfalto l’hanno fatta da padrone nelle qualifiche del secondo ePrix di Valencia della Formula E. Con la pioggia caduta per tutta la giornata di ieri e la prima mattinata di oggi, il tracciato ha cominciato ad asciugarsi poco prima dell’inizio delle qualifiche, condizionando pesantemente i risultati dei piloti dei primi tre gruppi.

A farne maggiormente le spese sono stati i piloti attualmente in testa al campionato. Infatti Mitch Evans, Robin Frijns, Stoffel Vandoorne, Nyck de Vries e Sam Bird partiranno rispettivamente dalla 16esima alla 20esima posizione.
Nick Cassidy e Maximilian Günther partiranno nelle ultime due posizioni a causa dei loro tempi che sono stati cancellati per essere andati troppo oltre i limiti della pista.

La lotta per la Superpole, dunque, si è giocata fra le NIO di Tom Blomqvist ed Oliver Turvey, la BMW Andretti di Jake Dennis, la Venturi di Norman Nato, la Mahindra di Alex Lynn e la Porsche di André Lotterer.

A causa proprio delle condizioni mutevoli del tracciato, con l’asfalto che via via si asciugava permettendo un significativo miglioramento dei tempi giro dopo giro, è stato Dennis ad avere la meglio su tutti, essendo sceso in pista per ultimo. Il pilota della BMW ha conquistato la sua prima pole position in carriera con il tempo di 1:28.548, rifilando oltre 8 decimi a Lotterer, che partirà in seconda fila accanto al pilota inglese.

Dopo la buona qualifica di ieri, conclusa con il quinto posto, Lynn ha messo a referto un’altra brillante prestazione, conquistando la seconda fila grazie al terzo riferimento cronometrico in Superpole, a 3 decimi dal tempo di Lotterer. Accanto al pilota della Mahindra partirà Blomqvist, autore del quarto tempo, mentre la terza fila sarà occupata da Turvey e Nato.

credits: Formula E
Precedente CIRT: Umberto Scandola e Guido D'Amore vincono il Rally Adriatico Successivo Supercross: Musquin torna al successo dopo 2 anni. Prima vittoria di Shimoda in 250E. Webb e Nichols ad un passo dal titolo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.