Formula E: Frijns in pole per Gara 2 a Diriyah. Out Mercedes e Venturi. Mortara in ospedale, ma cosciente

credits: Twitter Envision Virgin Racing

Prima pole per l’olandese della Virgin. Escluse dalle qualifiche le Mercedes e le Venturi.

Grandi colpi di scena per le qualifiche della seconda gara di Formula E a Diriyah, che hanno visto Robin Frijns conquistare la sua prima pole position nella serie elettrica.

Al termine delle FP3 disputate questa mattina, Edoardo Mortara ha avuto un brutto incidente mentre effettuava la consueta prova di partenza, arrivando lungo alla prima curva ed andando ad impattare contro le barriere. Il pilota della Venturi è stato portato in ospedale, ma non sembra essere in gravi condizioni. Il team ha dichiarato che lo svizzero era cosciente e sarebbe stato portato in ospedale per ulteriori accertamenti.

A causa di questo incidente, la FIA ha avviato un indagine per capire quale sia stata la causa dello schianto di Mortara, bloccando di fatto sia le Mercedes che le Venturi, per accertamenti sulla powertrain che entrambe le scuderie montano sulle proprie vetture.
Questo ha comportato l’esclusione dalle qualifiche di Nyck De Vries, Stoffel Vandoorne e Norman Nato, che non hanno potuto lottare per il miglior posto possibile in griglia.

Assente anche André Lotterer, autore di un incidente durante le FP3 nel quale è andato contro le barriere dopo aver perso il controllo della propria vettura. La Porsche ha tentato in tutti i modi di riparare i danni in tempo per le qualifiche, ma non sono riusciti a mandare Lotterer nuovamente in pista.

Le Mercedes e le Venturi, nel caso la FIA ne permetta la partecipazione e Mortara sia dichiarato idoneo a correre, e Lotterer, partiranno nelle ultime posizioni in Gara 2, che partirà questa sera alle ore 18.

Con De Vries e Mortara out in qualifica, nel Gruppo 1 si sono dati battaglia Oliver Rowland, Pascal Wehrlein, Mitch Evans e René Rast. Una strategia folle da parte di Jaguar ed Audi ha giocato a sfavore di Evans e Rast, che si sono accodati a Rowland durante l’out lap. I tre piloti sono transitati sulla linea del traguardo, per effettuare il giro lanciato, proprio mentre veniva esposta la bandiera a scacchi. Rowland è riuscito sul filo del rasoio a non prendere la bandiera a scacchi, mentre Evans e Rast sono transitati un momento dopo l’esposizione, quindi non hanno potuto effettuare il giro di lancio.

Al termine della prima parte delle qualifiche, con i quattro gruppi che hanno disputato le proprie sessioni, ad andare in Superpole sono state le NIO di Oliver Turvey e Tom Blomqvist, la Jaguar di Sam Bird, le Dragon/Penske di Sérgio Sette Câmara e Nico Müller e la Virgin di Robin Frijns.

Frins ha regalato al team Envision Virgin Racing una pole position che mancava dall’ePrix di Marrakech del 2019 (in quell’occasione su Sam Bird a conquistare la prima posizione), grazie al crono di 1:07.889, rifilando quasi 3 decimi a Sette Câmara ed oltre mezzo secondo a Bird e Turvey.

In quarta posizione troviamo Blomqvist, che ha accusato un ritardo di oltre 8 decimi, mentre Müller ha effettuato un giro abbastanza brutto, chiudendo con più di un secondo di svantaggio.

Risultati alla fine dei quattro gruppi. I primi 6 ammessi in Superpole
Risultati della Superpole
/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente WEC: il team WRT ha presentato la nuova line-up Successivo WRC, Arctic Rally Finland, Secondo Tappa: Ott Tanak aumenta il proprio vantaggio. Sébastien Ogier esce nell'ultima prova!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.