Formula Regional: Kas Haverkort trionfa al Red Bull Ring in Gara 1

Il pilota olandese rimonta dalla quindicesima posizione e compie il sorpasso decisivo su Chovet dopo la ripartenza dalla Safety Car

Con una rimonta furiosa dalla 15ª posizione, Kas Haverkort ha vinto una gara pazza al Red Bull Ring, firmando la seconda affermazione stagionale e cacciando i fantasmi che si erano affacciati nelle ultime gare. Dopo il successo di Budapest infatti, il pilota olandese aveva collezionato una serie di prove sottotono, ed anche in mattinata nella Qualifica 1 non aveva brillato.

Pochi istanti prima del via, però, uno scroscio di pioggia ha costretto la direzione gara a posticipare la partenza. Tutti i team hanno così potuto montare le gomme da bagnato a tutte le vetture. La gara è poi partita dietro la Safety Car, ma solo per essere fermata dopo due passaggi con la bandiera rossa in seguito alle uscite di Tereza Bábíčková e Gillian Henrion. Anche Sebastián Montoya è stato autore di un testacoda davanti ai box a causa di una tamponata rimediata da Joshua Dufek.

Alla ripartenza il poleman Paul Aron ha allungato sugli inseguitori, mentre alle sue spalle Gabriel Bortoleto ed Hadrien David hanno optato per montare le gomme da asciutto. Nonostante gli intertempi dei due portacolori di R-Ace GP non fossero in linea con quelli dei rivali sulle wet, diversi altri piloti hanno scelto di imitare la loro strategia. Tra questi, incredibilmente, anche lo stesso Aron, che ha preferito lasciare la vetta della corsa per fermarsi ai box.

Un giro più tardi è stata la volta di Montoya, che nonostante fosse 14° e ben lontano da Aron, con un giro in più sulle gomme da bagnato è riuscito a scavalcare l’estone. Solo a 10 minuti dal termine gli pneumatici da asciutto hanno cominciato a funzionare e, prima Aron e poi David, hanno firmato il giro più veloce. L’estone è andato all’attacco di Montoya, ma alla staccata di curva 3 ha chiuso troppo verso destra colpendo il compagno di squadra.

Aron è finito in testacoda, terminando la propria corsa nella ghiaia, mentre Montoya è riuscito a proseguire, beneficiando anche dell’ingresso della Safety Car per ricompattarsi al gruppo. Nonostante qualche goccia di pioggia nel finale, Montoya è riuscito a rimontare fino alla decima piazza, conquistando l’ultimo punto disponibile, che gli è però stato tolto a motori spenti per un’infrazione commessa dagli uomini della Prema durante la bandiera rossa.

Nelle posizioni di testa, nel frattempo, ad ereditare il comando da Aron è stato Eduardo Barrichello. La leadership del pilota Arden è durata poco, con Pierre-Louis Chovet che al rientro nel campionato si è subito portato in testa. Alle sue spalle però, il duo della Van Amersfoort composto da Haverkort e Dufek ha iniziato una poderosa rimonta a suon di sorpassi, portandosi nella scia del francese di RPM prima dell’intervento della Safety Car.

Alla ripartenza Haverkort ha sferrato l’attacco decisivo, imitato pochi istanti più tardi da Dufek, che ha completato la doppietta del team olandese. Chovet si è comunque accontentato di un ottimo terzo posto che sa di riscatto dopo l’appiedamento dalla Formula 3 nel 2021 per motivi di sponsor.

Alle loro spalle Dino Beganovic ha conquistato un quarto posto che sa di vittoria alla luce degli zeri di Aron, Bortoleto e David. Gabriele Minì, che al via aveva subito tentato di sorprendere il rivale al titolo, si è accontentato di un mesto settimo posto, cedendo il passo anche a Joshua Dürksen, sesto alle spalle del compagno di squadra Barrichello. Beganovic vanta ora 47 punti di vantaggio nei confronti del siciliano e ben 56 su Aron.

Bella prova da parte di Laurens van Hoepen, da 17° ad 8°, mentre gli esperti Lorenzo Fluxá e Mari Boya hanno chiuso la top 10. Owen Tangavelou e Macéo Capietto, molto bravi in qualifica, hanno perso terreno, chiudendo lontano dalla zona punti, mentre alla luce della penalità di Montoya David è stato il migliore dei piloti ad aver effettuato il pit-stop passando alle slick.

Articolo originale di Mattia Tremolada per Italiaracing.net

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente WSSP: Baldassarri trionfa a Magny-Cours in Gara 1 Successivo F4 Italia: Antonelli trionfa al Red Bull Ring in Gara 2

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.