Moto2: Bezzecchi torna alla vittoria in Stiria

credits: Twitter Sky Racing Team VR46

Il pilota italiano centra il sesto successo nel Motomondiale, il terzo nella classe di mezzo ed il terzo al Red Bull Ring

Nello stesso fine settimana in cui Valentino Rossi annuncia il suo ritiro a fine stagione, Marco Bezzecchi sale sul gradino più alto del podio nel Gran Premio di Stiria, in quella che è, guarda caso, la vittoria numero 46 per un pilota italiano in Moto2. Il pilota di Rimini ha centrato il sesto successo in carriera nel Motomondiale, terzo nella classe di mezzo e terzo al Red Bull Ring (dopo la vittoria nel GP d’Austria 2018 in Moto3 e nel GP di Stiria 2020).

Il romagnolo trionfa in una sfida complessa e carica di colpi di scena tagliando per primo il traguardo seguito ad oltre un secondo di distacco da Aron Canet e da Augusto Fernández. Per la prima volta dal GP di Spagna, Remy Gardner non sale sul podio dopo una lotta avvincente che lo vede terminare al quarto posto.

Bezzecchi ha preso subito il comando alla prima curva, nonostante la buona partenza di Gardner e di Raúl Fernández in terza posizione, appena davanti a Canet. Nei giri iniziali sono caduti Simone CorsiJoe RobertsBarry Baltus, tutti senza riportare conseguenze.

La gara è diventata uno scontro diretto tra Bezzecchi e Gardner che si scambiano la posizione di comando. Appena dietro di loro, Canet ha costretto Raúl Fernández a tenersi fuori dai primi tre, mentre Sam Lowes ed Ai Ogura hanno iniziato ad inseguire lo spagnolo.

Dopo sei giri Bezzecchi ha commesso un piccolo errore, permettendo a Gardner e a Canet di passare. Lo spagnolo si è portato in testa prima che il leader del campionato lo superasse di nuovo. L’australiano ha aperto un piccolo gap, ma un errore lo ha costretto a perdere la posizione da podio.

Il momento cruciale della gara è arrivato a sei giri dalla fine, quando Gardner ha ceduto il comando a Bezzecchi alla curva 4, commettendo un errore che lo ha visto finire con le ruote sulla ghiaia, lasciando la strada aperta anche ad Ogura e a Canet.

Tuttavia, avendo ricevuto un avvertimento per aver superato i limiti della pista, il pilota giapponese ha messo di nuovo le ruote sul verde, ricevendo un Long Lap Penalty, scivolando al quarto posto. Canet ed Augusto Fernández ne hanno beneficiato, guadagnando la seconda e la terza posizione. Il giapponese non è riuscito a scontare correttamente la sua penalità e gli sono stati inflitti tre secondi sul tempo di gara, relegandolo al quinto posto finale, dietro a Gardner.

Giornata di rinascita per Celestino Vietti, che ha conquistato il miglior risultato personale nella classe di mezzo, superando Raúl Fernández alla curva 9 nel giro finale. Somkiat ChantraXavi ViergeMarcel Schötter hanno completato la top 10.

credits: MotoGP
/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente WSSP: Aegerter torna alla vittoria in Gara 2 a Most Successivo WSSP300: Buis torna alla vittoria a Most dopo quasi un anno

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.