Moto2: Kubo assente a Barcellona. Riecco Manzi

credits: Yamaha Racing

Il pilota thailandese è stato colpito da un lutto familiare durante il GP d’Italia ed è rientrato in patria. Nuova occasione per Stefano Manzi

Cambiamenti in vista per il Gran Premio di Catalogna della Moto2 del team VR46 Master Camp. Nel weekend di Barcellona il team junior Yamaha correrà con il titolare Manuel González, a cui sarà nuovamente affiancato il nostro Stefano Manzi.

Il pilota italiano, quest’anno in forze al team Dynavolt Triumph nella World Supersport, ha già corso per il team Master Camp in occasione dei round di Jerez e Le Mans in sostituzione dell’altro titolare Keminth Kubo, fermo per infortunio e rientrato nel GP d’Italia della scorsa settimana.

Tuttavia il pilota thailandese, proprio durante il weekend del Mugello, è stato colpito da un improvviso lutto familiare, con il padre che è scomparso proprio domenica scorsa prima della gara. Kubo ha comunque deciso di correre per omaggiare il padre, per poi tornare in patria e stare vicino alla famiglia.

Il round di Barcellona vedrà così la sua assenza per la 4ª volta in stagione, in quanto oltre ad aver saltato i Gran Premi di Spagna e Francia, ha dovuto saltare anche il Gran Premio delle Americhe ad Austin a causa di problemi di visto. Un inizio di stagione decisamente difficile per Kubo.

Stefano Manzi: “Prima di tutto voglio esprimere le mie condoglianze a Kubo. Spero che possa essere forte in questo momento difficile per lui e la sua famiglia. Per quanto riguarda il mio weekend, sono felice di essere tornato con il team Yamaha VR46 Master Camp e di lavorare con i ragazzi. Abbiamo lavorato bene insieme durante le ultime due gare che ho fatto ed anche durante i test qui in Catalogna. Cercherò di adattarmi alla moto, godermi il weekend, stare bene con la squadra e divertirmi. Vorrei anche ringraziare il mio team nella World Supersport per avermi permesso di guidare di nuovo questo fine settimana.

Keminth Kubo: “Ho scoperto la mattina della gara che mio padre era morto. Nel giorno più brutto della mia vita ho comunque deciso di correre in sua amorevole memoria. Ora vado in Thailandia per stare vicino a mia madre ed alla mia famiglia. Mi dispiace dover saltare un’altra gara, ma la mia famiglia ha bisogno di me. Spero di tornare al Sachsenring!

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente Moto3: Syarifuddin Azman wild card a Barcellona Successivo MotoGP: Intervento riuscito per Marc Márquez

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.