Moto2: Red Bull KTM Ajo ingaggia Acosta ed Augusto Fernández per il 2022

credits: Twitter Red Bull KTM Ajo

Il rookie della Moto3 compirà il salto di categoria il prossimo anno e correrà al fianco di Augusto Fernández

Con Remy Gardner e Raúl Fernández indirizzati verso il team Tech3 in MotoGP, il team Red Bull KTM Ajo ha quest’oggi annunciato la propria lineup per il Mondiale Moto2 2022. Numerose sono state le indiscrezioni che volevano Pedro Acosta nel team di Aki Ajo già a partire dal prossimo anno, e con questa decisione si è finalmente chiuso il cerchio.

Acosta, infatti, compirà il salto di categoria a fine stagione, passando dalla Moto3 alla Moto2 con il medesimo team. Il rookie sta disputando un’incredibile stagione nella classe leggera del Motomondiale, dove comanda la classifica con 46 punti di vantaggio su Sergio García, un vantaggio da amministrare nelle restanti 5 gare.

Ad affiancare il giovane spagnolo ci sarà Augusto Fernández, in partenza dal team Marc VDS dopo l’ingaggio di Tony Arbolino nella squadra di Marc van der Straten. Fernández vanta un’esperienza quinquennale in Moto2 ed ha corso per alcuni dei team più importanti della classe di mezzo, come Pons Racing e Marc VDS. Nel 2019 la sua migliore stagione, con il 5° posto in classifica generale e 3 vittorie (Assen, Silverstone e Misano).

Aki Ajo, Team Manager

“Abbiamo avuto una stagione molto forte in Moto2 con Remy e Raúl e ci sono ancora alcune gare da disputare, ma guardando al 2022 siamo felici di avere un’altra coppia di grandi piloti con Pedro ed Augusto, una promettente combinazione di esperienza e gioventù. Conosciamo Augusto da tempo e abbiamo visto la sua carriera e i suoi risultati. Ha mostrato un grande potenziale e penso che possiamo ottenere grandi cose insieme. L’anno da rookie di Pedro in Moto3 è stato qualcosa di speciale e ancora di più sta arrivando. Il passaggio alla Moto2 dopo una sola stagione in Moto3 è importante, ma se c’è un pilota che può fare questo passo, allora è Pedro. Abbiamo molta fiducia in lui e, ovviamente, lo sosterremo pienamente. Insieme a Red Bull e KTM, sono fiducioso che abbiamo selezionato i talenti giusti per la nostra KTM GP Academy per il futuro.”

Pit Beirer, Direttore di KTM Motorsport

“Siamo molto lieti di annunciare la formazione dei piloti Moto2 con Pedro Acosta ed Augusto Fernández per la nostra KTM GP Academy. Insieme a Red Bull KTM Ajo abbiamo la migliore struttura possibile per supportare entrambi i piloti nella loro prossima sfida. Aki Ajo ed il suo team hanno giocato un ruolo fondamentale nella carriera di molti piloti e possiamo essere orgogliosi di averlo al nostro fianco per il prossimo progetto di sviluppo dei piloti. È un grande piacere supportare il desiderio di Pedro di passare dalla Moto3 alla categoria successiva. Quello che ha mostrato nella sua prima stagione di campionato del mondo è eccezionale e crediamo che possa mantenere lo slancio. Continuerà a concentrarsi sul suo obiettivo per il 2021, ma poi affronteremo insieme la prossima sfida. Con Augusto diamo il benvenuto ad un altro promettente talento nella nostra famiglia Red Bull KTM. Ha mostrato grandi segnali e siamo felici di avere un pilota esperto di Moto2 nella nostra formazione. Sono sicuro che sotto la guida di Aki potrà raggiungere il livello successivo in termini di prestazioni e celebreremo alcuni risultati entusiasmanti nel prossimo futuro.”

Augusto Fernández

“Sono molto felice di far parte della famiglia Red Bull KTM Ajo. È una struttura che, da molti anni, è il punto di riferimento della Moto2, vincendo gare, lottando per i titoli mondiali e conquistandoli. Hanno molta esperienza nella gestione dei Gran Premi e di intere stagioni, quindi non vedo l’ora di iniziare a lavorare con il team e imparare da loro. L’obiettivo per il prossimo anno sarà quello di lottare per il titolo. So che hanno la saggezza e i mezzi per farlo accadere, quindi non vedo l’ora che arrivi il prossimo anno.”

Pedro Acosta

“Il salto in Moto2 è stata una mossa che volevo fare. Certo, abbiamo ancora molto da imparare in Moto3, ma cambiare classe ci permetterà di definire alcuni dettagli e guidare di più da soli. Mi aiuterà a crescere come pilota in generale. Stare con Red Bull, KTM ed Aki Ajo sarà un bene per noi, perché abbiamo un anno di esperienza insieme e, inoltre, ho già un rapporto con le persone che saranno i miei meccanici l’anno prossimo, il che è qualcosa di positivo e importante. Mi hanno aiutato a muovere i primi passi nel Mondiale, a credere di essere in grado di esserci e a creare una metodologia di lavoro adeguata al livello di questa competizione.”
/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente EWC: ERC Endurance accoglie Zanetti al Bol d'Or e a Most Successivo WRC: niente Rally del Giappone. Monza prenderà il suo posto?

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.