Moto3: Guevara brilla ad Jerez

credits: MotoGP

Con una grande manovra all’esterno il pilota della GASGAS conquista la sua seconda vittoria in carriera. Doppietta Aspar, con García secondo

Si è concluso con una mossa bellissima il Gran Premio di Spagna della Moto3. La prima corsa odierna al Circuito de Jerez-Ángel Nieto ci ha regalato un incredibile Izan Guevara, che dopo la pole position conquistata ieri, è riuscito a confermarsi al top sul tracciato andaluso con un incredibile sorpasso all’esterno dell’ultima curva ai danni sia del compagno di squadra Sergio García, che di Deniz Öncü, andando a vincere la sua seconda gara in carriera nel Motomondiale dopo Austin 2021.

Una grandissima doppietta per il team Aspar, dunque, con i due alfieri della GASGAS che hanno dovuto vedersela con le Red Bull KTM sia di Öncü che di Jaume Masiá, il quale ha spesso guidato in testa imprimendo, però, un passo troppo lento, favorendo il rientro sia dello stesso Öncü, che anche di Xavi Artigas ed Ayumu Sasaki.

Una gara in pieno stile Moto3, con un piccolo gruppetto di testa a lottare per la vittoria, con alcuni piloti che inizialmente hanno tenuto il passo, ma poi si sono staccati, a cominciare dal nostro Riccardo Rossi, venuto su molto forte dopo aver dovuto scontare un Long Lap Penalty, il quale gli ha creato troppi problemi di usura gomme nel tentativo di rientrare nel gruppo di testa, con la gara dell’italiano che è terminata con 8 giri d’anticipo per una caduta.

Lo stesso Sasaki è venuto su fortissimo dovendo partire dall’ultima posizione e dovendo anche scontare un Long Lap Penalty, riuscendo in fretta a raggiungere il gruppo di testa, senza però trovare lo spunto necessario per attaccare i propri avversari.

Guevara ha così vinto davanti al proprio compagno di squadra García, il quale ha attaccato Öncü all’ultima curva contemporaneamente al mega sorpasso di Guevara, che li ha passati entrambi. Il turco della KTM è stato anche superato in modo aggressivo da Masiá, dovendosi così accontentare del 4° posto finale, davanti ad Artigas e Sasaki.

Gara disastrosa, invece, per Andrea Migno e Dennis Foggia. I nostri portacolori hanno condotto una gara in grandissima difficoltà, non essendo mai competitivi e trovarsi a lottare ai margini della zona punto, con il #16 che è riuscito a strappare in extremis la 14ª posizione, e Foggia che ha addirittura rimediato uno zero. Il migliore degli italiani è stato Matteo Bertelle, 11°, mentre a punti è andato anche Stefano Nepa in 15ª posizione, davanti ad Elia Bartolini, appena fuori dalla zona punti.

credits: MotoGP
credits: MotoGP
/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente Red Bull Rookies Cup: Rueda ad Jerez in Gara 1 Successivo Moto2: Ai Ogura domina ad Jerez

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.