Moto3: Sergio García trionfa in Argentina

credits: Twitter ESPN MotoGP

Lo spagnolo della GASGAS trionfa dopo un lungo duello con Dennis Foggia e conquista la testa del Mondiale

Domenica speciale per Sergio García, che trionfa nel Gran Premio dell’Argentina. A Termas de Río Hondo lo spagnolo del team Aspar ha portato la GASGAS sul gradino più alto del podio davanti a Dennis Foggia, dopo un lungo duello con l’italiano del team Leopard durante l’ultima parte di gara. Un ottimo Ayumu Sasaki ha conquistato il terzo gradino del podio nonostante un Long Lap Penalty.

García e partito benissimo a differenza del suo compagno di box Izan Guevara, il quale ha subito recuperato posizioni e si è issato al comando al secondo giro, mentre Sasaki scontava il Long Lap Penalty. Tra i protagonisti nel gruppo di testa anche Andrea Migno e Jaume Masiá. A 12 giri dalla fine Guevara ha terminato anzitempo la sua gara a causa di un problema alla moto, mentre Foggia, dopo una rimonta dall’11° posto, si è portato in terza posizione all’undicesimo giro.

Alla curva 13 Migno si toccato con Masia e la loro gara finita a sei giri dalla bandiera a scacchi. In testa c’era ancora García davanti a Foggia ed il compagno di box del laziale Tatsuki Suzuki, seguiti da Riccardo Rossi ed il rientrante Sasaki.

A due giri dalla fine davanti a tutti c’era sempre García con alle spalle Foggia. Alla curva 12 l’italiano si è portato al comando e mettendosi dietro García, Suzuki, Sasaki e Rossi. Alla curva 5 Suzuki ha strappato la seconda posizione a García, mentre lo spagnolo ha risposto in curva 9. Il pilota della GASGAS si è poi buttato all’interno su Foggia e l’ha passato andando a vincere la sua prima gara di questa stagione, con Sasaki in terza posizione.

Rossi ha chiuso al quarto posto approfittando della penalità comminata a Suzuki, che all’ultimo giro è andato oltre i limiti della pista. Diogo Moreira è sesto e si mette alle spalle Daniel Holgado, Carlos Tatay, Kaito Toba ed il suo compagno di squadra Joel Kelso. Elia Bartolini e Ryusei Yamanaka terminano rispettivamente 11° e 12°, mentre dietro di loro arrivano i due portacolori Red Bull KTM Tech3 Adrián Fernández e Deniz Öncü, anche loro alle prese con dei Long Lap Penalty. Iván Ortolà chiude la zona punti.

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente WSBK: Michael van der Mark assente ad Aragón Successivo Andrea Nucita e Rudy Pollet vincono il Trofeo Maremma

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.