MotoAmerica: Jake Gagne conquista ad Atlanta la prima vittoria stagionale

credits: Yamaha Racing

Sfuma il poker per Petrucci, fermato dalla rottura del motore. Il campione in carica ritrova così il successo dopo tre gare a secco

Dopo la doppietta di Austin, si prospettava il bis ad Atlanta per Danilo Petrucci, nell’anno del suo esordio nella Superbike d’oltreoceano che il pilota Ducati sta letteralmente dominando. Dopo la vittoria di sabato in Gara 1, il pilota ternano si è purtroppo visto sfumare la possibilità di un’altra doppietta, fermato a causa della rottura del motore nelle battute iniziali di Gara 2.

Una seconda manche al Michelin Raceway Road Atlanta che è iniziata in modo surreale dopo una prima bandiera rossa esposta per la caduta di Jeremy Coffey al primo giro e con un blackout elettrico in tutto l’impianto proprio nel momento del restart, che ha costretto ad uno stop di una buona mezz’ora. Con i piloti pronti in griglia di partenza, poco prima dello spegnimento del semaforo una volta ristabilita l’elettricità, la Ducati Panigale V4 R di Petrucci ha cominciato ad emettere qualche leggera fumata bianca, diventata poi sempre più insistente costringendo l’italiano allo stop dopo il primo giro.

Lo stesso alfiere del team HSBK Racing si è poi sfogato sui social raccontandoci quanto accaduto e spiegando che il problema avuto è derivato dall’acqua del radiatore che è andata in ebollizione a causa del lungo tempo in cui tutti i piloti sono rimasti fermi in griglia di partenza prima del nuovo restart, facendo alzare la temperatura del motore della sua Panigale con conseguente rottura.

Tutto ciò ha fatto sì che Jake Gagne potesse vincere in scioltezza la quarta gara stagionale, rifilando oltre 14 secondi al compagno di squadra Cameron Petersen, il quale ha guidato tranquillamente in una solitaria posizione beneficiando della caduta di Mathew Scholtz, finito in terra nel tentativo di superare lo stesso Petersen nel corso del 2° giro.

Con quanto accaduto ad inizio gara, totalmente priva di emozioni se non nei due colpi di scena, l’attenzione si è spostata sulla bagarre per il 3° posto, che ha visto coinvolti Héctor Barberá, Kyle Wyman e Richie Escalante. Una lotta per l’ultimo gradino del podio che ha visto vincitore Wyman dopo una battaglia durata per tutto l’arco della contesa, con Barberá a conquistare il secondo 4° posto consecutivo dopo quello conquistato in Gara 1, mentre Escalante ha completato la top 5.

credits: Twitter MotoAmerica
/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente A Manuel Sossella (Hyundai I20 N Rally2) la vittoria del 1° Dolomiti Brenta Rally Successivo Red Bull Rookies Cup: Collin Veijer trionfa a Portimão in Gara 2

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.