MotoE: Aegerter trionfa ad Assen in Gara 1

credits: Twitter Dominique Aegerter

Con un sorpasso all’ultima curva su Mattia Casadei, il pilota svizzero conquista il terzo successo stagionale ed allunga in campionato

Il Gran Premio d’Olanda della MotoE ci ha forse regalato la gara più bella della stagione fino ad ora, con tantissimi sorpassi ed una lotta per la vittoria che ha visto coinvolti ben quattro piloti, che si sono dati battaglia dall’inizio alla fine. Per la prima metà di Gara 1 è stato Matteo Ferrari a dominare sul tracciato di Assen, sfruttando una buona partenza dalla prima fila ed approfittando dell’errore in curva 1 di Eric Granado e Mattia Casadei, i quali avevano preso il comando allo start, ma sono poi andati lunghi.

Il pilota brasiliano ha inizialmente lottato con Dominique Aegerter per la seconda posizione, prima che Ferrari accusasse un forte degrado delle gomme e si giocasse anche un jolly in curva 5, con la moto che ha sobbalzato più volte. Con Granado ed Aegerter a giocarsi la vittoria, si è inserito nella lotta al vertice anche Casadei, che ha sorpresa ha poi preso il comando della gara, resistendo duramente agli attacchi dei due avversari.

Il nostro Casadei sembrava anche poter andare a vincere la gara, sfruttando un errore di Aegerter in curva 5 all’ultimo giro, dinamica identica di quanto accaduto qualche giro prima a Ferrari, ma il pilota svizzero ha recuperato il gap dopo poche curve, andando poi a sorpassare l’italiano nella chicane finale, conquistando così il 3° successo stagionale e 5° nella categoria elettrica.

Il sorpasso incassato da Casadei ha anche favorito Granado, che in uscita dall’ultima curva ha così affiancato l’italiano mettendosi in scia di Aegerter, acquisendo così la velocità necessaria ad arpionare il 2° posto sulla linea del traguardo e beffare Casadei per soli 9 millesimi, con quest’ultimo che si è dunque dovuto accontentare del 3° posto finale.

Dopo essere stato relegato in 4ª posizione, Ferrari l’ha mantenuta fino al traguardo chiudendo davanti ad Héctor Garzó e Miquel Pons, mentre Marc Alcoba è caduto proprio sul finale dopo essere stato costantemente nel gruppo dei primi. Niccolò Canepa ha così ereditato la 7ª posizione chiudendo davanti al compagno di squadra Bradley Smith, il quale si è ben comportato dopo il rientro dal lungo infortunio, mentre un opaco Jordi Torres ed il nostro Kevin Zannoni hanno completato la top 10.

credits: MotoGP
credits: MotoGP
/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente WRC: Kalle Rovanperä allunga su Elfyn Evans. Giornata disastrosa per Hyundai Successivo MotoAmerica, Dakar e WorldSBK. I piani di Petrucci per il suo futuro

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.