MotoGP: Aleix Espargaró conquista una storica vittoria per l’Aprilia in Argentina

credits: MotoGP

Il pilota spagnolo regala il primo storico successo all’Aprilia nella top class del Motomondiale, dopo un acceso duello con Jorge Martín

Il Gran Premio dell’Argentina della MotoGP passerà sicuramente alla storia per aver regalato la prima vittoria in carriera sia ad Aleix Espargaró che all’Aprilia. Dopo ben 17 anni e mezzo passati nel Motomondiale e 200 gare disputate, il pilota spagnolo, mai passato per primo sotto la bandiera a scacchi nel corso della sua lunga carriera nel Motomondiale, ha centrato il suo primo successo all’Autódromo Termas de Río Hondo, regalando inoltre all’Aprilia la prima vittoria della sua storia nella classe regina.

Un successo che parte dal lontano 2017, quando lo spagnolo ha sposato il progetto RS-GP e che ha dovuto ingoiare tantissimi bocconi amari dovuti ad una moto nettamente al di sotto della concorrenza, ma che con impegno e dedizione è riuscito a portarla sul gradino più alto del podio.

Una gara di grande carattere, quella di Espargaró, che ha lottato duramente per tutta la gara contro il connazionale Jorge Martín, cercando in più occasioni di affondare il colpo in staccata di curva 5 dopo il lungo rettilineo, riuscendosi a 5 giri dal termine per mantenere con fatica la prima posizione, mentre il podio è stato completato dalla Suzuki di Álex Rins che sul finale ha provato ad avvicinarsi al duo di testa sfruttando la bagarre degli ultimi giri, ma che ha dovuto accontentarsi del terzo gradino del podio vincendo la lotta interna contro il compagno di squadra Joan Mir.

Nel finale un buon Francesco Bagnaia risale sino al 5° posto, archiviando i primi punti pesanti della stagione. Solo 8° Fabio Quartararo, dietro a Brad Binder ed un buonissimo Maverick Viñales, un po’ in difficoltà dopo il 5° tempo in qualifica ma comunque bravo a portare l’altra Aprilia in top 10. Bravo anche Marco Bezzecchi, autore di una gran bella rimonta grazie alla quale si è issato sino alla nona piazza dopo una qualifica conclusa in 17ª posizione. Mastica invece amaro Enea Bastianini, 10° e con la possibilità di essere un paio di posizioni più avanti se non avesse commesso qualche errore di troppo.

Domenica da dimenticare per Luca Marini dopo l’eccellente qualifica di sabato. Il fratello di Valentino Rossi non è andato oltre l’11ª posizione. Peggio è andata ad Andrea Dovizioso e Franco Morbidelli, fermati rispettivamente da un problema all’abbassatore anteriore e da una foratura. Il trentaseienne forlivese è riuscito a tornare in pista e a finire la gara per onor di firma, accumulando quantomeno qualche chilometro. Ritirato anche Fabio Di Giannantonio, caduto nel finale.

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente Moto2: Vietti trionfa in Argentina ed allunga in classifica Successivo MXGP: Tim Gajser vince ad Águeda in Gara 2 ed allunga in campionato

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.