MotoGP, Cal Crutchlow: “Con la mia esperienza la Yamaha può crescere”

Credits: Cal Crutchlow credits

Cal Crutchlow ha rilasciato una recente intervista sul suo futuro alla Yamaha, con la quale svolgerà il ruolo di collaudatore.

“La moto sicuramente è buona, perché ha vinto in molti circuiti, spesso diversi fra loro, come Jerez e Barcellona. Dunque la base c’è, la Yamaha è sempre stata una buona moto, ma dobbiamo riuscire a fare quel piccolo step in avanti.
Io cercherò di fare il miglior lavoro possibile, per dare le informazioni che ci servono. Credo che, testando, riusciremo a trovare quel decimo al giro che consentirà di vincere e di essere più costanti in gara.
Chiaramente io non voglio giudicare quanto accaduto nel 2020, perché si tratta di quattro piloti diversi. Il mio lavoro è guidare la moto ed essere bravo, tutto qua.
Ho esperienza con la vecchia M1, ma anche con Ducati e Honda. Dunque ho esperienza, ho osservato a lungo dall’esterno e sento di essere bravo in questo. La Honda mi ha sempre fatto fare più stint nei test, perché provavo più cose per volontà loro.
Sono contento che la Yamaha abbia notato le mie abilità di collaudatore e mi abbia scelto. La cosa importante è la comunicazione, è inutile testare e poi non parlare coi piloti per mesi. Deve esserci comunicazione in fabbrica, coi piloti, coi meccanici ed ingegneri, parlando di cosa abbiamo provato e cosa ne abbiamo capito. Fare valutazioni è fondamentale.”

Pierluigi Magro

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente Dakar Auto, decima tappa: Vince Yazeed Al-Rajhi. Continua la battaglia tra Nasser Al-Attiyah e Stéphane Peterhansel Successivo Dakar Moto: Ecco l'esito dell'infortunio di Toby Price

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.