MotoGP: GASGAS sbarca nella classe regina con Tech3. Pol Espargaró torna alla corte di Poncharal

Il team Tech3 abbraccerà il marchio spagnolo lasciando la KTM, come avvenuto in Moto3 e Moto2. Espargaró torna dopo due anni di Honda

Continua la rivoluzione GASGAS nel Motomondiale. Il marchio spagnolo, controllato da KTM, ha iniziato il proprio percorso nel Campionato del Mondo partendo dal basso ed approdando in Moto3 con il team Aspar, per poi proseguire in Moto2 con la medesima squadra. Nel 2023 lo sbarco in MotoGP, dove sarà la moto ufficiale del team Tech3 Racing.

La squadra diretta da Hervé Poncharal ha debuttato in MotoGP nel 2002 ed è stata per tanti anni un team satellite della Yamaha, annoverando piloti del calibro di Olivier Jacque, Shin’ya Nakano, Alex Barros, Norifumi Abe, Marco Melandri, Colin Edwards, James Toseland, Ben Spies, Andrea Dovizioso, Bradley Smith e Pol Espargaró.

È proprio quest’ultimo ad essere stato uno dei piloti più importanti per la squadra francese, con la quale ha corso per tre stagioni e si è distinto come uno dei migliori nell’ambiente Yamaha, meritandosi anche la convocazione per la 8 Ore di Suzuka negli anni 2015 e 2016 con il team Factory della casa dei tre diapason, entrambe vinte in squadra con Katsuyuki Nakasuga, Bradley Smith (nel 2015) ed Alex Lowes (2016).

Conclusa l’esperienza con Yamaha e Tech3, il pilota spagnolo ha sposato il progetto KTM nel suo debutto nella classe regina del Motomondiale, rimanendo con la squadra austriaca per ben quattro stagioni e conquistando un totale di 6 podi ed un quinto posto assoluto nella stagione 2020, la sua migliore nella top class.

Nel 2021 Espargaró ha lasciato la KTM per passare al team ufficiale Honda, con la speranza che la squadra di riferimento in MotoGP potesse fornirgli l’opportunità di lottare finalmente per il titolo mondiale, cosa che purtroppo non è avvenuta viste le scarse prestazioni della RC213V.

Per lo spagnolo si è presentata, quindi, l’opportunità di riabbracciare non solo il gruppo KTM, ma anche la squadra con cui aveva fatto il suo esordio in classe regina nel 2014. Dunque, torna in un ambiente che conosce molto bene, per di più con la possibilità di farlo da pilota di punta di un marchio che ha sede a Terrassa, a pochi chilometri dalla sua città natale.

Pit Beirer, Motorsport Director di KTM e GASGAS: “GASGAS è un marchio vincente. Ha raggiunto subito un incredibile livello di prestazioni in discipline come MXGP, Supercross, enduro e rally, dove abbiamo conquistato Gran Premi, Main Event, titoli mondiali e trofei assoluti. È un marchio relativamente nuovo per noi. Abbiamo nuovi obiettivi. Speriamo che i fan che seguano il rosso e si godano questa storia. Grazie al nostro principale partner, il team Aspar, in Moto3 e Moto2 abbiamo potuto vedere le moto GASGAS in testa. Sarebbe bello vedere la stessa cosa anche nella classe più difficile. Voglio ringraziare Hervé ed il team Tech3 per essere stati aperti ed aver sostenuto questo cambiamento diventando il GASGAS Factory Racing Team. Pensiamo che sia emozionante.

Hubert Trunkenpolz, Capo del Consiglio Direttivo di KTM: “Portare il nome GASGAS oltre le sue radici nel trial è stato davvero un successo. Dopo aver visto i risultati ottenuti in Moto3 e Moto2, la domanda successiva era se potevamo portarla in MotoGP. Siamo entusiasti di fare questo passo. È un nuovo viaggio e so che il marchio si distinguerà da subito. La squadra, i piloti ed il management aiuteranno GASGAS a fare il salto di qualità nella classe regina. È quello che speriamo!

Hervé Poncharal, Team Manager di Tech3 Racing: “Da quando siamo entrati a far parte del Pierer Mobility Group, posso dirvi che sono stati gli anni professionali più felici della mia vita. Quando si lavora con Stefan, Hubert e Pit, l’obiettivo principale è ovviamente la competizione. Ma mi piace anche passare le serate con questi signori per parlare di affari, di strategie, di come si sta evolvendo il nostro settore motociclistico. Sono molto, molto felice di essere coinvolto con un costruttore europeo. I costruttori europei stanno tutti progredendo; possiamo vederli ogni domenica sul podio della MotoGP, sono sempre di più. Essere un team GASGAS è un grande motivo di orgoglio. Il nome GASGAS mi tocca molto, sappiamo da dove viene. Mi sento molto onorato ed orgoglioso, sento che ci sarà più emozione all’interno del Pierer Mobility Group per la classe MotoGP, tra il marchio arancione e quello rosso. Sicuramente, come hanno detto Hubert e Pit, vorrei ringraziare il team Aspar ed i suoi piloti. Ci hanno aperto la strada per essere qui, hanno fatto un ottimo lavoro e lo stanno facendo ancora. Dobbiamo loro molto. Siamo insieme e sono felice di essere ancora più vicino a loro perché meritano il massimo rispetto. Mi sento felice, amo le sfide – è per questo che sono qui – e le corse sono sfide. Sono proprio felice di far parte di questa nuova sfida.

Immagini: GASGAS Media Library

Lineup MotoGP 2023MotoPilota 1Pilota 2
Monster Energy YamahaYamaha YZR-M1Fabio QuartararoFranco Morbidelli
Repsol HondaHonda RC213VMarc MárquezJoan Mir
Ducati CorseDucati DesmosediciGPFrancesco BagnaiaEnea Bastianini
Aprilia RacingAprilia RS-GPAleix EspargaróMaverick Viñales
KTM Factory RacingKTM RC16Brad BinderJack Miller
Tech3 RacingKTM RC16 (GASGAS)Pol Espargaró
Gresini RacingDucati DesmosediciGPFabio Di GiannantonioÁlex Márquez
RNF Racing TeamAprilia RS-GPMiguel OliveiraRaúl Fernández
Pramac RacingDucati DesmosediciGPJohann ZarcoJorge Martín
LCR TeamHonda RC213VÁlex Rins
VR46 Racing TeamDucati DesmosediciGPMarco Bezzecchi
/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente Moto3: Syarifuddin Azman wild card a Sepang Successivo Moto3: David Muñoz rinnova con BOÉ per il 2023

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.