MotoGP: Miller al secondo successo consecutivo nella pioggia di Le Mans

credits: Twitter Jack Miller

Gara flag-to-flag, sotto la pioggia francese. Doppietta Ducati, con Zarco dietro all’australiano. Quartararo terzo

Dopo la pioggia nella gara di Moto3, anche il Gran Premio di Francia della MotoGP è stato pesantemente condizionato dalle condizioni atmosferiche, con una gara inizialmente sull’asciutto, ma minata dalla pioggia dopo pochi minuti.

A trionfare è stato Jack Miller, autore di una gara sontuosa dopo il cambio moto, nonostante due Long Lap Penalty che gli sono stati commissionati per non aver rispettato il limite minimo di velocità in pit-lane.
Il pilota della Ducati, dopo i due Long Lap Penalty, era ad oltre 5 secondi di ritardo su Fabio Quartararo, primo in gara, ma con un passo nettamente superiore a quello del francese è riuscito a superarlo agevolmente dopo pochi giri, per poi allungare ed involarsi alla bandiera a scacchi.

Grandissima gara sia per la Ducati, che per i francesi. Dopo parecchi giri intorno alla top 10, Johann Zarco ha cominciato a trovare il ritmo gara ed ha cominciato il suo recupero, che l’ha portato fino alla seconda posizione, davanti al connazionale della Yamaha. Quartararo ha faticato molto con la gomma anteriore, ma è comunque riuscito a chiudere sul podio, nonostante un possibile ritorno di Francesco Bagnaia.

Pecco, infatti, dopo essere stato in enorme difficoltà durante la prima parte di gara, ha trovato un ottimo feeling con la Ducati ed ha rimontato dalle ultime posizioni fino ai piedi del podio, nonostante anche lui abbia ricevuto due Long Lap Penalty per lo stesso motivo di Miller, girando sul finale all’incirca due secondi al giro più veloce di Quartararo. Purtroppo per lui i giri non sono stati abbastanza per raggiungere il francese, ma comunque Bagnaia può ritenersi soddisfatto del quarto posto a fronte di una qualifica disastrosa.

Si rivede finalmente Danilo Petrucci, quinto con la KTM del team Tech3, ed autore di una bellissima gara, dove ha avuto la meglio sulle Honda LCR di Álex Márquez e Takaaki Nakagami, che ha loro volta hanno messo le ruote davanti alla Honda ufficiale di Pol Espargaró. Male Marc Márquez, che oggi poteva provare ad arrivare a podio, ma due cadute l’hanno costretto al ritiro.

KTM Tech3 che centra la top 10 anche con Iker Lecuona, nono in gara davanti alla Yamaha di Maverick Viñales, oggi in palese difficoltà. Un po’ di difficoltà anche per Valentino Rossi, che sperava in una gara asciutta dove sembrava di poter avere un po’ più di competitività. Alla fine il Dottore ha dovuto accontentarsi dell’undicesimo posto finale davanti al fratello Luca Marini, alla sua prima gara bagnata in top class.

Tredicesima posizione per Brad Binder davanti alle ultime Ducati di Enea Bastianini e Tito Rabat, che grazie ai numerosi ritiri conquista il primo punto stagionale. Fuori dai punti Franco Morbidelli, autore di una caduta. Caduti anche Miguel Oliveira e i due piloti Suzuki, con Álex Rins finito in terra per ben due volte. Doppio ritiro per le Aprilia, con Aleix Espargaró e Lorenzo Savadori che hanno accusato problemi al motore delle RS-GP.

credits: MotoGP

Il terzo posto di Quartararo gli consegna nuovamente la prima posizione in classifica generale, con un solo punto di vantaggio su Bagnaia e 12 su Zarco. Risale Miler, che con le due vittorie supera Viñales e si mette a 24 punti di distanza dal francese della Yamaha.

credits: MotoGP
/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente Moto2: Doppietta KTM nel GP di Francia. Fernández trionfa davanti a Gardner Successivo CIV SBK: Pirro cala il poker nella seconda gara di Misano

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.