MotoGP, Mir: “Non avrei problemi a condividere il box con Marc”

Il due volte Campione del Mondo ha risposto su domanda diretta che non sarebbe intimidito dal correre con la stessa moto di Marc Marquez

A seguito del terremoto mediatico scaturito dall’annuncio del ritiro di Suzuki dal motomondiale a partire dalla prossima stagione, è inevitabile fare qualche ragionamento sulle possibili soluzioni di mercato.

Joan Mir e Alex Rins si sono ritrovati di colpo dal trattare per il rinnovo di contratto al doversi guardare intorno alla ricerca di una sella per il prossimo campionato. Dato il valore dei due piloti, tuttavia, sembra del tutto improbabile che i due spagnoli rimangano a piedi, al contrario sarebbe più verosimile che i team facessero carte false per accaparrarseli. È, però, fondamentale in questo contesto tener conto del fatto che quasi metà della griglia sta negoziando il proprio futuro e che, quindi, è sempre possibile che ci siano degli stravolgimenti nelle trattative in corso.

Per quanto riguarda Ducati, vi è già da tempo il presentimento che Jack Miller non sarà rinnovato, e ha preso piede la voce secondo cui quest’ultimo abbia preso contatti con Honda LCR. Per sostituirlo, però, la casa di Borgo Panigale non sembrerebbe intenzionata a firmare uno dei piloti uscenti da Suzuki, bensì pensa a garantire continuità e non perdere piloti che considera importanti, come Jorge Martin ed Enea Bastianini.

In KTM è in bilico la posizione di Miguel Oliveira, che non ha ancora firmato il rinnovo. Stessa situazione per Fabio Quartararo, la cui permanenza in Yamaha – dopo le continue richieste di miglioramenti che stentano ad essere implementati – dipende molto dal risultato finale di questa stagione.

La situazione potrebbe essere stravolta in Honda, dove l’unico pilota che è sicuro del suo futuro è Marc Marquez, che ha un contratto fino al 2024. A tal proposito, in un’intervista a “Mundo Deportivo“, Joan Mir ha lodato il pilota di Cervera e al tempo stesso ha affermato che non sarebbe intimidito dal condividere il box con l’otto volte campione del mondo e che, quindi, questa potrebbe essere un’opzione da prendere in considerazione.

Precedente WSBK, Xavi Vierge: "Solo i primi tre sono irraggiungibili" Successivo Edoardo De Antoni e Fausto Castagnoli su duplice fronte

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.