MotoGP: Quartararo trionfa a Portimão e diventa leader con Rins

credits: MotoGP

Il pilota della Yamaha sbaraglia la concorrenza e si issa in cima alla classifica di campionato insieme ad Álex Rins

Cielo coperto su Portimão, ma niente pioggia. Come previsto, quindi, il Gran Premio del Portogallo della MotoGP va in scena su pista asciutta. Alla partenza Joan Mir scatta meglio di tutti e prende il comando davanti a Fabio Quartararo. Il poleman Johann Zarco scivola al quarto posto, alle spalle anche della Ducati gemella dell’ufficiale Jack Miller. Clamoroso, invece, l’avvio dell’altra Suzuki di Álex Rins, che nell’arco di due giri è già nono dopo la partenza dalla 23ª casella in griglia.

Quartararo sembra averne più di tutti ed alla fine del terzo giro attacca Mir, prendendosi la testa della corsa. Nel frattempo Zarco si sbarazza di Miller e prova a ricucire il distacco incamerato rispetto al tandem di testa. Il francese della Yamaha, intanto, inizia inesorabilmente a martellare, salutando la compagnia. Il Campione del Mondo in carica si invola verso il traguardo e nessuno può più raggiungerlo. Per lui una prestazione in stile 2021, che dimostra come non abbia nessuna intenzione di abdicare la corona conquistata l’anno scorso.

Purtroppo Enea Bastianini cade poco prima di metà gara, mentre occupava la decima piazza. Termina così il GP del riminese, destinato a cedere la leadership iridata. Invece si fa valere Francesco Bagnaia, che risale progressivamente la china dopo essere partito dall’ultima casella.

Con Quartararo in fuga, il tema forte del GP diventa la battaglia per la piazza d’onore. Zarco scavalca Mir, che a sette giri dal termine viene attaccato anche da Miller. L’australiano però perde l’avantreno e finisce in terra, abbattendo anche l’incolpevole pilota spagnolo. Entrambi finiscono nella ghiaia, lasciando campo libero all’Aprilia di Aleix Espargaró, che sale sul gradino più basso del podio. Grazie ad un bel recupero ed alle cadute altrui, Bagnaia chiude 9°, non lontano da Marc Márquez, 6°, la cui prestazione è però complessivamente anonima.

L’8 volte Campione del Mondo è stato a lungo in bagarre con il compagno di squadra Pol Espargaró ed anche con il fratello Álex Márquez e Bagnaia, riuscendo a vincere la lotta per la 6ª posizione dietro ad un incredibile Rins, che si ritrova al comando della classifica insieme a Quartararo, e a Miguel Oliveira, che dall’11ª casella in griglia di partenza riesce a chiudere in un’ottima 5ª posizione davanti al pubblico di casa.

credits: MotoGP
credits: MotoGP
/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente WRC: Kalle Rovanperä batte Ott Tänak e si porta a casa il Rally di Croazia Successivo WSBK: Bautista trionfa ad Assen in Gara 2. Disastro tra Rea e Razgatlıoğlu

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.