MotoGP: Quartararo trionfa a Silverstone. Storico podio per l’Aprilia con Aleix Espargaró

Il francese della Yamaha consolida la leadership di campionato con una splendida vittoria. Secondo Rins, davanti ad un eroico Aleix Espargaró

Il Gran Premio di Gran Bretagna della entra di diritto nei libri di storia dell’Aprilia. A Silverstone Aleix Espargaró ha portato la RS-GP sul terzo gradino del podio, il primo per la casa di Noale nell’era MotoGP. Il pilota spagnolo è stato fin dall’inizio un pilastro nello sviluppo di questo progetto e il risultato conquistato a Silverstone è un’iniezione di fiducia per il futuro.

Ad aver vinto il Gran Premio, però, è stato Fabio Quartararo, che ha tagliato il traguardo con oltre due secondi e mezzo di vantaggio dall’inseguitore più diretto, Álex Rins, vincitore nel 2019 e protagonista di una rimonta dalla decima posizione. Il francese della Yamaha aumenta ulteriormente il suo vantaggio nella classifica generale ed è il settimo pilota diverso in sette edizioni a passare per primo sotto la bandiera a scacchi sulla pista di Silverstone.

La partenza di Francesco Bagnaia non è stata delle più decise, ma il piemontese è riuscito a sfruttare la partenza dalla prima fila. Alla curva 9 Marc Márquez è andato largo ed è finito in terra, portando con sé Jorge Martín. Un vero peccato non aver visto che gara avrebbero potuto concludere i due spagnoli, grandi protagonisti nel corso del fine settimana.

Il poleman Pol Espargaró è rimasto indisturbato in prima posizione dopo lo start, seguito dal fratello Aleix e da Bagnaia. Intanto, Quartararo, scattato dal terzo posto perdendo diverse posizioni, si è riagganciato al gruppo di testa. Solo pochi passaggi, e il francese è andato al comando, con Aleix Espargaró che si è aggrappato alla seconda posizione, con Pol è terzo davanti a Bagnaia e al duo Suzuki di Rins e Joan Mir.

La situazione di Bagnaia è stata più complessa rispetto a quanto non ci si potesse immaginare e a 14 giri dalla fine, il piemontese è stato superato dai due piloti della Suzuki, scivolando al sesto posto davanti al compagno di box, Jack Miller. A nove giri dal termine Rins, è riuscito a prendersi il secondo posto superando l’Aprilia di Espargaró, che ha tenuto il fratello Pol alle sue spalle.

La lotta per la top 5 è tra Miller ed Álex Márquez, inseguiti da Bagnaia e Mir, che si è unito alla bagarre portandosi al sesto posto. Un errore di Pol Espargaró ha permesso all’australiano di passare in quarta posizione, andando poi all’inseguimento di Aleix Espargaró. Dopo un acceso scambio di posizioni è stato lo spagnolo ad avere la meglio, conquistando il secondo podio in carriera in MotoGP (dopo quello ottenuto con Yamaha Forward nel GP di Aragona del 2014).

Quartararo ha conquistato il suo quinto successo stagionale seguito da Rins e da un epico Aleix Espargaró. Con Miller al quarto posto seguito da Pol Espargaró e da Brad Binder abbiamo sei costruttori in top 6, un risultato inedito in MotoGP, che nella storia del Campionato del Mondo, non si vedeva dal GP della Jugoslavia del 1972.

credits: MotoGP
/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente F3: Doohan vince nuovamente sotto la pioggia di Spa Successivo Moto2: Gardner trionfa nel GP di Gran Bretagna

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.