MotoGP: Repsol Honda presenta la nuova moto per il 2021

Presentazione online preregistrata della nuova lineup e della nuova moto

Attraverso una presentazione preregistrata e mandata in onda sui vari social, il team Repsol Honda ha svelato quest’oggi la nuova RC213V con cui Marc Márquez e Pol Espargaró affronteranno la nuova stagione della MotoGP.

La presentazione è durata mezz’ora ed ha visto le 25 Honda che hanno vinto il Mondiale Costruttori nella classe regina del Motomondiale. In ordine 1966, 1983, 1984, 1985, 1989, 1992, 1994, 1995 (la prima con la livrea Repsol), 1996, 1997, 1998, 1999, 2001 (l’ultima della classe 500, che vide la vittoria del campionato da parte di Valentino Rossi), 2002, 2003, 2004, 2006, 2011, 2012, 2013, 2014, 2016, 2017, 2018 e 2019.

Subito dopo è stato il momento di Márquez ed Espargaró, che si sono allacciati la tuta ed hanno sfilato verso le loro nuove moto, sotto gli scatti di un fotografo che immortalava la scena. I due piloti hanno poi indossato i caschi, sono montati in sella e si sono messi i guanti, mentre due meccanici hanno tolto i cavalletti e i due piloti si sono “chiusi in carena” simulando una partenza.

Successivamente sono seguite alcune interviste a Tetsuhiro Kuwata, direttore HRC, Alberto Puig, Team Manager, Ana Camps, vicedirettore di Repsol, Espargaró e Márquez, Ramon Aurin, capotecnico di Espargaró, Santi Hernández, capotecnico di Márquez.

Alberto Puig: “Nel 2020 abbiamo imparato che certe cose possono accadere nelle corse. Questa pandemia ha cambiato le nostre vite in una maniera devastante, ma specialmente per il team Honda Repsol è stato un inizio di stagione davvero brutto, poiché abbiamo perso, dopo tutti questi anni, il nostro top rider e campione del mondo. Quindi crediamo e ci teniamo a pensare che abbiamo imparato per tutto l’anno, e la lezione che abbiamo appreso la mostreremo in futuro. Speriamo che Pol possa fare bene. Ha l’esperienza dalla sua, non è più un ragazzino e il suo obiettivo sarà quello di lottare con tutti gli altri, compreso Marc, dato che lui è il punto di riferimento. Speriamo possa comprendere la moto al più presto e speriamo di avere anche della competizione all’interno del team, perché è questo che tiene “in vita” la squadra. Lo aspettiamo e gli daremo i migliori mezzi e la miglior moto per permettergli di dimostrare il suo potenziale.

Tetsuhiro Kuwata: “Entriamo in un’altra stagione piena di aspettative e desiderio. Dopo quello che è stato un 2020 difficile, stiamo continuando a imparare e a lavorare per tornare al top del Campionato. Dal punto di vista tecnico, HRC ha lavorato duramente come sempre per continuare a migliorare la RC213V. Abbiamo un nuovo pilota nella forma di Pol Espargaró quest’anno che porta una buona esperienza e un desiderio di vittoria. Stiamo tutti aspettando con ansia il primo test con lui. Da parte di Marc, abbiamo seguito da vicino il suo recupero e continueremo a fare tutto il possibile per aiutarlo a tornare il più forte possibile. Infine, vorrei ringraziare Repsol e tutti i nostri sponsor per il loro continuo sostegno. Senza di loro non saremmo in grado di correre, non sono solo sponsor ma partner in questa grande sfida.

Ana Camps: “I nostri scienziati del Tech Lab applicano la tecnologia più all’avanguardia dei nostri carburanti e lubrificanti così sfruttiamo tutta la conoscenza che la competizione ai massimi livelli fornisce per i nostri prodotti Repsol. Sappiamo che Marc è un pilota straordinario e una persona unica con una grande capacità di superare qualsiasi cosa, quindi non abbiamo dubbi che presto ci stupirà di nuovo. Marc, naturalmente, ha tutto il nostro sostegno per raggiungere gli obiettivi che persegue. Attendiamo anche l’arrivo di un nuovo pilota, Pol Espargaró. È un grande professionista e un pilota maturo e ora avrà l’opportunità di dimostrare il suo incredibile talento.

Marc Márquez: “Dopo un lungo periodo di assenza è bello rivedere la mia moto e indossare la tuta. Il 2020 è stato un anno difficile per tutti e soprattutto per me che a causa dell’infortunio ho guardato le gare da casa. Ma ho continuato a lavorare con i medici, con la mia squadra per recuperare e tornare in MotoGP. Naturalmente, mi sarebbe piaciuto farlo prima ma è molto importante ascoltare i medici e il mio corpo fino a quando non sarò completamente in forma. Immagino il miglior ritorno iniziando a guidare di nuovo la moto, ma sarà difficile. Vedremo se ci vorrà una gara, due gare o metà stagione per tornare ad essere il Marc di sempre.

Pol Espargaró: “La preparazione di questa stagione è stata una delle più emozionanti della mia carriera, è stato come aspettare la mia prima stagione o il mio debutto in MotoGP. Correre per il Repsol Honda Team è il sogno di ogni pilota e qualcosa di cui essere veramente orgogliosi. Ogni settimana ho dei passi avanti, vedendo la moto a casa mia, ora indossando la tuta. Il passo finale è quello di guidare la RC213V per la prima volta in Qatar, questa eccitazione mi sta motivando ad allenarmi di più e ad essere nella miglior forma possibile per il Campionato del Mondo 2021. Sono qui nel Repsol Honda Team per raggiungere il successo e lottare per le prime posizioni, questo è l’obiettivo per il 2021.

Immagini: Repsol Honda

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente Formula 1: Presentata l'Alfa Romeo C41 Successivo Formula Regional: William Alatalo cambia team e passa ad Arden

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.