MotoGP: Stefan Bradl continuerà a svolgere la funzione di tester per la Honda

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   

Per il quarto anno consecutivo il pilota tedesco proseguirà nel lavori di sviluppo della RC213V anche nel 2022

Tramite un brevissimo comunicato stampa sul proprio sito, correlato da un post altrettanto breve sui canali social, la Honda ha annunciato ieri il rinnovo di Stefan Bradl per un’altra stagione da tester. Il pilota tedesco, che si è unito alla casa giapponese nel 2019, svolgerà per il quarto anno consecutivo il ruolo di collaudatore e sarà impegnato nello sviluppo della RC123V, l’attuale progetto del prototipo di MotoGP.

Una moto che Bradl conosce bene e che ha guidato fin dal suo primo anno nella classe regina del Motomondiale, sotto le insegne del team LCR di Lucio Cecchinello, per tre anni consecutivi. Dopo una breve parentesi nel 2015 e 2016, in cui ha corso con la Yamaha per il team Forward e con l’Aprilia, è approdato nel 2017 nel team ufficiale Red Bull Honda nella World Superbike, esperienza alquanto deludente, prima di ritornare in MotoGP come wild card e pilota sostitutivo.

Dall’anno seguente, il 2019, la Honda l’ha messo sotto contratto come collaudatore, consentendogli comunque qualche sporadica wild card e, soprattutto, permettendogli di disputare la stagione 2020 e le prime gare del 2021 in sostituzione dell’infortunato Marc Márquez.

Precedente MXGP: Herlings trionfa a Riola Sardo. Male Gajser, out Cairoli Successivo F3: Ayrton Simmons sostituisce Hunter Yeany a Soči

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.