MotoGP, Valentino Rossi: “Il problema della Yamaha è il test team”

Credits: Valentino Rossi Facebook

In una recente intervista Valentino Rossi ha parlato di cosa, secondo lui, manca concretamente alla Yamaha per essere competitiva e costante nella MotoGP. Eccone alcuni estratti.

“Il problema di fondo è questo. Prima del 2020 tutti i costruttori aveva un test team molto attivo in Europa, con piloti come Pirro, Bradl, Pedrosa. Il problema è che la Yamaha, semplicemente, non aveva un test team del genere, poiché si guidava in Giappone con piste giapponesi, e quest’ultime non c’entrano molto con quelle europee. Il test team deve necessariamente guidare sulle piste in cui corriamo noi, con gli pneumatici che usiamo noi. Abbiamo messo molta pressione per avere un test team europeo e Lorenzo è stato ingaggiato. Il problema è che ha fatto una sola giornata in Malesia, poi è arrivato il virus e tutto si è fermato. E solo dopo otto mesi ha testato nuovamente a Portimao. Quindi Lorenzo non si è mai messo concretamente al lavoro. Quindi, la prima cosa di cui ha bisogno la Yamaha è un test team europeo serio per il 2021. Mi sarebbe piaciuto vedere Dovizioso come collaudatore, perché è un pilota veloce, sensibile e con molta esperienza, ma anche Crutchlow sa dire la sua e sa spingere la moto al limite. Più che un collaudatore, comunque, serve appunto un test team con un programma serio.”

Pierluigi Magro

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente WorldSSP: Leonardo Taccini firma per Orelac Racing Successivo Formula 1: piccola operazione prevista per Romain Grosjean

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.