MotoGP: Yamaha e Viñales si separano con effetto immediato

Dopo la sospensione dal GP d’Austria, il pilota spagnolo e la casa giapponese termineranno anticipatamente la stagione 2021

È ufficialmente finita l’avventura di Maverick Viñales con la Yamaha. Il pilota spagnolo era stato appiedato dalla casa giapponese all’indomani del GP di Stiria per un comportamento scorretto, saltando il GP d’Austria del weekend successivo, ma aveva anche firmato un nuovo contratto con l’Aprilia per il 2022.

I vari rumors che si erano susseguiti in seguito alla vicenda volevano addirittura un prolungamento dello stop per il round di Silverstone, con Cal Crutchlow che avrebbe preso il suo posto, lasciando la sella libera in Petronas per uno dei due piloti della Moto2 (Jake Dixon o Xavi Vierge).

Altre indiscrezioni davano per finita la collaborazione tra le due parti, con il collaudatore inglese che avrebbe preso il posto di Viñales fino a fine stagione. Questa sembra l’ipotesi più accreditata, con Dixon che prenderebbe il posto in Petronas lasciato libero da Crutchlow mentre Franco Morbidelli è ancora infortunato e dovrebbe rientrare ad Aragón. Tuttavia nulla è ancora ufficiale e attendiamo ulteriori notizie.

Lin Jarvis, Managing Director di Yamaha: “Ad Assen la Yamaha e Viñales hanno già annunciato la decisione comune di interrompere il loro programma originale 2021/2022 e di concluderlo alla fine del 2021. Sia il pilota che il team si sono impegnati a proseguire fino alla fine della stagione in corso, affinché potessimo finire il progetto ‘in stile’. Purtroppo al GP di Stiria la gara non è finita bene e di conseguenza, dopo una profonda riflessione da entrambe le parti, è stata raggiunta la decisione reciproca che sarebbe stato meglio per entrambe le parti porre fine alla partnership anticipatamente. La separazione anticipata consentirà al pilota di essere libero di seguire la direzione futura prescelta e consentirà inoltre al team di concentrare i propri sforzi sulle restanti gare della stagione 2021 con un pilota sostitutivo, ancora da determinare. Vorrei esprimere la sincera gratitudine di Yamaha a Maverick. Yamaha continuerà a custodire i bei ricordi e ad apprezzare il lavoro svolto da entrambe le parti negli anni trascorsi insieme che ci hanno portato 8 vittorie in gara, 24 podi e due terzi posti nella classifica generale 2017 e 2019. Auguriamo a Maverick tutto il meglio per i suoi sforzi futuri.

Maverick Viñales: “In seguito alla nostra decisione comune ad Assen di separarci un anno prima, è stato anche deciso di impegnarci a completare la stagione in corso con il massimo sforzo da entrambe le parti. Al GP di Stiria, però, la gara non è andata come speravamo, e purtroppo non è andata a buon fine. Dopo un’attenta valutazione, entrambe le parti hanno concordato che sarebbe meglio porre fine alla partnership con effetto immediato. Sono profondamente grato a Yamaha per la grande opportunità. Sono anche grato per il supporto che mi hanno dato durante questi anni di gare e guarderò con orgoglio ai risultati che abbiamo raggiunto insieme. Avrò sempre grande rispetto per la Yamaha e auguro loro il meglio.

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente Miguel Oliveira al via della 24 Ore di Barcellona con una KTM Successivo ERC: debutto europeo per la Skoda Fabia Rally2-kit

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.