MotoGP: La Yamaha non farà correre Viñales in Austria

credits: Facebook Yamaha MotoGP

Sembra che il pilota della Yamaha abbia tentato di arrecare danni al motore della propria moto

Fulmine a ciel sereno nel mondo della MotoGP.
La Yamaha ha pubblicato un comunicato stampa nel proprio sito dove ha annunciato che, per questo fine settimana, Maverick Viñales non correrà con il team ufficiale e non verrà sostituito da nessuno.

Il pilota è stato infatti sospeso dal team in seguito ad un “inspiegabile funzionamento irregolare” della moto nel corso del Gran Premio di Stiria, sempre in Austria.

Secondo Yamaha Viñales avrebbe potuto potenzialmente causare danni significativi al motore della M1 seguendo un determinato comportamento ancora da capire, mettendo così in pericolo sé stesso e gli altri.
Il costruttore giapponese studierà ancora la telemetria e i dati in questi giorni per capire cosa sia effettivamente successo.

Tra le varie ipotesi, la più accreditata è che lo spagnolo abbia ripetutamente tirato al limite il motore della propria moto in rettilineo, senza mai cambiare marcia, come se volesse romperlo. Negli ultimi giri, infatti, il pilota catalano ha stampato dei tempi nettamente superiori a quello che è stato il suo passo gara durante l’arco della contesa.

Viñales ha percorso l’intero GP sul passo dell’1:24 basso e l’1:25 alto, con il 13° giro in 1:30.149 ed il 19° in 1:27.281. Negli ultimi 4 giri Viñales ha girato sopra l’1:30 (1:30.320, 1:31.830 e 1:30.654), con l’ultimo giro percorso in 1:37.361.

A questo punto ci sono altre voci che vorrebbero un suo approdo in Aprilia già a partire dal Gran Premio d’Austria, in sostituzione dell’infortunato Lorenzo Savadori, ancora in convalescenza dopo l’intervento di lunedì scorso. Che sia già questa la fine del rapporto tra il pilota spagnolo e Yamaha?


/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente CIWRC: Andrea Crugnola al via del Rally del Friuli Venezia Giulia con la nuova Hyundai i20 N Rally2 Successivo WSBK: Suzuki torna per una wild card a Navarra con Naomichi Uramoto

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.