Motomodiale: Orari TV del GP d’Italia

credits: Twitter MotoGP

Il paddock del Motomondiale sbarca al Mugello per la prima delle due tappe nel Bel Paese. Dirette su Sky Sport MotoGP e TV8

Con l’imminente arrivo dell’estate (ormai manca una mesata) il calendario del Motomondiale comincia ad entrare nel vivo della stagione e questo weekend sbarcherà sulle colline toscane del Mugello. Da sempre teatro di grandi battaglie in tutte le classi, uno dei tracciati più belli del mondo ospiterà l’8° round stagionale che vedrà l’intero paddock al completo. Al fianco delle immancabili MotoGP, Moto2 e Moto3, infatti, saranno presenti anche la MotoE e la Red Bull Rookies Cup, che affronteranno il loro 3° appuntamento del 2022.


Il Gran Premio d’Italia della MotoGP sarà quello di casa per Ducati ed Aprilia, con la casa di Borgo Panigale che ha trionfato nelle edizioni 2017, 2018 e 2019 con Andrea Dovizioso, Jorge Lorenzo e Danilo Petrucci. La casa di Noale, invece, vanta il 7° posto di Aleix Espargaró della scorsa edizione come miglior risultato sulla pista toscana. Entrambe le case, quindi, sono alla ricerca di un successo che potrebbe dare loro una nuova spinta per la classifica finale.

Classifica che è però comandata da Fabio Quartararo, vincitore qui proprio nella scorsa stagione, in una gare che vide il grande favorito Francesco Bagnaia in terra dopo pochissime curve. Il pilota della Ducati è chiamato al riscatto per raddrizzare una stagione partita malissimo, reduce da un Gran Premio di Francia che l’ha visto in testa a Le Mans fino a 7 giri dalla fine, quando è finito in terra nel tentativo di recuperare terreno su Enea Bastianini che l’aveva sorpassato qualche curva prima.

Il pilota del team Gresini, proprio come Bagnaia, ha gran voglia di far bene al Mugello e di festeggiare un altro successo in questa stagione, ma dovrà vedersela sia con il connazionale che con Quartararo, che appare comunque uno dei papabili vincitori. La potenza del motore Ducati potrebbe favorire i piloti di Borgo Panigale, ma attenzione anche agli alfieri del team Pramac, Jorge Martín e Johann Zarco, al compagno di Bagnaia, Jack Miller ed al collaudatore Michele Pirro, wild card al Mugello con la Rossa griffata Aruba Racing.

L’arma in più della Ducati, quindi, è storicamente la velocità di punta, che permise a Zarco di stabilire il nuovo record sullo “speed trap” di ben 362.4 km/h durante le FP4 del Gran Premio del Qatar 2021, velocità che casualmente venne eguagliata da Brad Binder proprio al Mugello, nel corso delle FP3 del GP d’Italia dello scorso anno.

L’alfiere della KTM non se la sta passando benissimo in questa stagione, in cui naviga costantemente intorno alla top 10 con l’eccezione della prima gara, dove giunse 2° alle spalle di Bastianini. Allo stesso modo la casa austriaca non sta vivendo un periodo felice, se si tolgono le prime due gare, dove ha conquistato la già citata 2ª posizione con Binder e la vittoria in Indonesia con Miguel Oliveira.

Situazione difficile anche per la Suzuki, che nel suo ultimo anno in MotoGP sta vivendo una stagione deludente con Álex Rins reduce da due zeri pesantissimi e Joan Mir che come il compagno ha collezionato un ritiro a Le Mans, mentre la Honda continua a navigare a vista facendo affidamento sul solo Marc Márquez.

Il momento clou del weekend, tuttavia, non sarà la gara, bensì un evento particolare che avverrà sabato sera, quando verrà ritirato ufficialmente il 46 in MotoGP. Il celebre numero, legato da sempre a Valentino Rossi, è ormai diventato un marchio ed un’icona del Dottore, che da quest’anno non è più un pilota motociclistico, avendo sposato la causa di Audi e del team WRT nel GT World Challenge Europe. Rossi vanta il record di vittorie al Mugello, ben 7, di cui l’ultima fu nel 2008, anno in cui vinse il suo penultimo Mondiale.

Storico ed acerrimo rivale del Dottore nei suoi primi anni nella classe regina del Motomondiale è stato il connazionale Max Biaggi, 6 volte Campione del Mondo (4 volte in 250cc e 2 volte nella World Superbike) e capace di portare la Voxan Wattman alla strabiliante velocità di 470 km/h. Il proprietario del Max Racing Team ed ambassador Aprlia vivrà, come Rossi, un venerdì speciale, nel quale verrà inserito nella MotoGP Hall of Fame.


Per quanto riguarda la Moto2, Augusto Fernández arriva in Toscana forte del successo conquistato a Le Mans, mentre il compagno di box Pedro Acosta cercherà di riscattarsi dopo la grossa delusione in terra francese, quando una caduta gli ha precluso la prima vittoria nella classe di mezzo del Motomondiale dopo una gara che stava dominando. Saranno della partita anche gli alfieri dell’Honda Team Asia Somkiat Chantra ed Ai Ogura, mentre Arón Canet vanta la miglior striscia di risultati in Moto2 e nemmeno l’infortunio delle scorse settimane sembra limitarlo.

Gli occhi di tutti i tifosi italiani, però, saranno puntati sui nostri connazionali Celestino Vietti e Tony Arbolino. L’alfiere del team VR46 comanda ancora la classifica di campionato nonostante due prestazioni al di sotto delle aspettative ad Jerez e Le Mans, mentre il pilota Marc VDS ha alternato due podi (tra cui la vittoria ad Austin) e due ritiri nelle ultime 4 gare. Un’altra sorpresa gradita per i fan italiani sarà la presenza in pista di Mattia Pasini, che correrà come wild card con il team Aspar.


Il grande favorito per la classe Moto3 è sicuramente Dennis Foggia, vincitore al Mugello nella scorsa stagione ed attualmente 2° in campionato a pari merito con Jaume Masiá con entrambi all’inseguimento di Sergio García, che nelle ultime 3 gare è riuscito a colmare il gap con l’italiano ed a scavalcarlo nella classifica generale. Foggia non ha brillato nelle ultime uscite, con un 8° posto Portimão, un ritiro ad Jerez ed un 4° posto a Le Mans, mentre Masiá è reduce da 4 podi consecutivi fra cui due vittorie, ad Austin e Le Mans.

Altri piloti da tenere d’occhio saranno sicuramente Izan Guevara, Ayumu Sasaki, e Deniz Öncü, mentre il nostro Andrea Migno dovrà cercare di ritrovare la quadra dopo alcune gare particolarmente difficili. Il pilota italiano, dopo la vittoria del Qatar, ha collezionato due ritiri consecutivi, e dopo il 3° posto di Austin ha disputato tre gare ben al di sotto delle aspettative.

Il Gran Premio d’Italia della Moto3 segnerà il debutto ufficiale di David Muñoz, pilota del team BOÉ SKX che per limiti di età ha dovuto saltare i primi 7 appuntamenti stagionali, nei quali è stato sostituito Gerard Riu.


Per quanto riguarda la MotoE, Dominique Aegerter arriva al Mugello come uno dei grandi favoriti dopo la vittoria conquistata a Le Mans, anche se non è da sottovalutare Eric Granado. Ad Jerez il brasiliano ha conquistato le sue prime due vittorie della stagione. Mattia Casadei a Le Mans ha vinto in Gara 1 ed è arrivato secondo in Gara 2: il suo obiettivo è quello di restare a contatto con Aegerter e Granado. Lo svizzero è in testa alla classifica con 78 punti, 8 in più dei suoi due inseguitori.

Da non dimenticare nemmeno il campione in carica Jordi Torres, che ha saltato la seconda gara a Le Mans a causa dell’infortunio al perone sinistro riportato nel sabato in terra francese. Tra coloro che daranno battaglia vedremo anche il campione 2019 Matteo Ferrari, Ikari Ōkubo, Miquel Pons ed Héctor Garzó.


Un weekend molto intenso, quindi, che vedrà al via anche la Red Bull Rookies Cup. L’intero fine settimana verrà trasmesso in diretta sulla piattaforma satellitare Sky tramite il canale tematico Sky Sport MotoGP (208), ma anche TV8 trasmetterà le qualifiche e le gare in diretta. Particolare ancora una volta sarà la questione legata alla categoria elettrica. Come ormai noto, le qualifiche della MotoE verranno trasmesse in diretta sul canale YouTube della MotoGP venerdì alle ore 17:50, mentre Gara 2 verrà trasmessa in diretta su TV8, ma in differita su Sky. Per quanto riguarda la Rookies Cup, infine, le due gare si disputeranno sabato alle 17:15 e domenica alle 16:20 tramite la piattaforma di streaming Red Bull TV.

Dirette Sky

Venerdì
Ore 08:55/09:50 – FP1 Moto3
Ore 09:50/10:50 – FP1 MotoGP
Ore 10:50/11:50 – FP1 Moto2
Ore 13:10/14:05 – FP2 Moto3
Ore 14:05/15:05 – FP2 MotoGP
Ore 15:05/16:00 – FP2 Moto2

Sabato
Ore 08:55/09:50 – FP3 Moto3
Ore 09:50/10:50 – FP3 MotoGP
Ore 10:50/11:50 – FP3 Moto2
Ore 12:30/13:30 – Qualifiche Moto3
Ore 13:30/14:10 – FP4 MotoGP
Ore 14:10/15:10 – Qualifiche MotoGP
Ore 15:10/16:10 – Qualifiche Moto2
Ore 16:10/16:45 – Gara 1 MotoE

Domenica
Ore 08:55/10:15 – Warm Up
Ore 11:00/12:00 – Gara Moto3
Ore 12:20/13:15 – Gara Moto2
Ore 14:00/15:00 – Gara MotoGP
Ore 17:00/17:30 – Gara 2 MotoE (DIFFERITA)

Dirette TV8

Sabato
Ore 12:35/13:30 – Qualifiche Moto3
Ore 13:30/14:10 – FP4 MotoGP
Ore 14:10/15:10 – Qualifiche MotoGP
Ore 15:10/16:10 – Qualifiche Moto2
Ore 16:10/16:45 – Gara 1 MotoE

Domenica
Ore 11:00/12:00 – Gara Moto3
Ore 12:25/13:15 – Gara Moto2
Ore 14:00/15:00 – Gara MotoGP
Ore 15:30/16:00 – Gara 2 MotoE

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente Ott Tänak: "Sulla ghiaia siamo lontani dai nostri rivali" Successivo MotoGP: Aprilia conferma Aleix Espargaró e Maverick Viñales per il prossimo biennio

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.