Motomondiale: Orari TV del GP dell’Indonesia

credits: Twitter MotoGP

Il paddock della MotoGP vola a Mandalika per il secondo round stagionale. Dirette su Sky, differite su TV8. Corre anche l’Asia Talent Cup

Archiviato il primo round stagionale in Qatar, il Motomondiale è pronto a debuttare sul nuovo Mandalika Street Circuit, sede del Gran Premio dell’Indonesia, secondo appuntamento del 2022. In aggiunta alle tre classi ci sarà nuovamente l’Asia Talent Cup, che dopo il netto dominio di Taiyo Furusato nella scorsa stagione, è iniziata in Qatar con un campionato più aperto, dove a trionfare nelle prime due gare stagionali sono stati i giapponesi Shinya Ezawa ed Amon Odaki.

Il campionato asiatico è stato il primo a sperimentare la nuova pista indonesiana, con un doppio round che si è svolto a fine novembre 2021 in supporto alla World Superbike, situazione che si ripresenterà nuovamente a metà novembre 2022.

A discapito dei vincitori del primo round di Losail, i favoriti per la vittoria rimangono gli esperti Gun Mie ed Hakim Danish, che sono usciti dalla prima stagionale con il 4° ed il 5° posto in classifica generale, rispettivamente con 8 e 19 punti di distacco dal leader Odaki.


Dopo la storica tripletta di Losail, l’Italia partirà da favorita in questo secondo appuntamento: l’ultima volta che abbiamo visto tre italiani sul gradino più alto del podio nello stesso Gran Premio fu nel 2018, quando a Misano vinsero Andrea Dovizioso in MotoGP, Francesco Bagnaia in Moto2 e Lorenzo Dalla Porta in Moto3. Andrea Migno, vincitore in Qatar, fu protagonista di un’altra tripletta italiana, quando il 4 giugno 2017 marcò la sua prima vittoria in carriera al Mugello nella gara di Moto3, mentre Dovizioso e Mattia Pasini salirono sul gradino più alto del podio rispettivamente in MotoGP ed in Moto2.

Proprio il pilota del team Snipers è attualmente il grande favorito a Mandalika, dopo aver disputato (probabilmente) la sua migliore gara in carriera. Il Mig di Saludecio si è dimostrato solido e costante per tutto l’arco della contesa, forte sia di tantissima esperienza nella classe leggera del Motomondiale (l’italiano è alla sua 8ª stagione completa nel Mondiale Moto3), sia di una Honda che al Losail Circuit era velocissima ed insuperabile.

Ma i veri pretendenti, forse, sono Sergio García e Dennis Foggia, i quali hanno disputato un’ottima gara in Qatar, dove hanno chiuso rispettivamente in 2ª e 7ª posizione, quest’ultimo partito ultimo con 2 Long Lap Penalty da scontare in gara. Occhio anche ad Izan Guevara, possibile outsider e già capace di vincere una gara nella sua stagione di debutto. Il pilota del team Aspar ha anche siglato in Qatar la sua prima pole position in carriera, dimostrando di essere uno dei papabili pretendenti al titolo.

Tra gli assenti al Gran Premio dell’Indonesia ci saranno Furusato e John McPhee. Il giapponese ha riportato la frattura all’astragalo del piede destro durante una sessione di test ad Jerez, poco prima dell’inizio del campionato, dovendo saltare il round inaugurale in Qatar. L’inglese del Max Racing Team, invece, ha riportato la frattura di due vertebre in un allenamento post-Qatar.


Dopo l’incredibile weekend inaugurale, Celestino Vietti è sicuramente il grande favorito per il round di Mandalika. Il pilota dello Sky Racing Team ha conquistato un incredibile Grand Chelem, condito da una pole position fortunosa, una vittoria strepitosa con la ciliegina della torta del giro veloce e dell’intera gara condotta in testa, dalla prima all’ultima curva. Il piemontese ha dimostrato di avere gran carattere ed una crescita esponenziale iniziata nel 2019, anno di debutto nel Motomondiale nella classe Moto3.

Grande attenzione anche ai piloti spagnoli, con un affamato Arón Canet ed un imprevedibile Augusto Fernández, al team Marc VDS, con l’esperto Sam Lowes ed un Tony Arbolino in ottima crescita, nonché al giapponese Ai Ogura.


Caratteristica peculiare del Losail International Circuit è il lungo rettilineo di oltre un chilometro, che tanto ha favorito in passato le Ducati. Anche nella scorsa gara la Casa di Borgo Panigale l’ha fatta da padrona, anche se non con le moto ufficiali. Jorge Martín ha conquistato la pole position per il team Pramac, mentre Enea Bastianini ha regalato al team Gresini una vittoria che mancava in top class da 15 anni (l’ultima vittoria fu di Toni Elías ad Estoril 2006).

Il tracciato di Mandalika è un terreno incerto per il Motomondiale, dato che il circuito, finito di costruire solo l’anno scorso è stato esplorato solamente dal paddock delle derivate di serie. Nel corso dei test pre-stagionali è stata la Honda di Pol Espargaró a svettare, con lo spagnolo che ha siglato il miglior tempo nelle combinate dei tre giorni in 1:31.060.

Il pilota ufficiale della Casa dell’ala dorata ha iniziato alla grande la stagione, chiudendo la gara in Qatar con l’8° podio in carriera in MotoGP. La HRC potrà contare sia sul #44 che sul ritrovato Marc Márquez, che ha chiuso in 5ª posizione dietro ad Aleix Espargaró, il quale continua a portare grandi risultati in casa Aprilia. Casa di Noale a due facce, visto il 12° posto di Maverick Viñales rimediato in Qatar.

Sotto la lente d’ingrandimento ci saranno soprattutto le Ducati ufficiali, le Suzuki e le Yamaha. Francesco Bagnaia e Jack Miller hanno concluso la gara con un ritiro, il primo per una caduta che ha coinvolto il compagno di marca Martín, mentre l’australiano ha dovuto abbandonare la corsa per problemi elettronici. Le buone prestazioni mostrate da Joan Mir ed Álex Rins non sono state concretizzate né in qualifica, né in gara, con i due piloti che hanno chiuso rispettivamente in 6ª e 7ª posizione. Momento disastroso, infine, per le Yamaha, che quest’anno lamentano molti problemi di performance, con Fabio Quartararo che non è andato oltre il 9° posto finale.


Orari proibitivi per questo weekend, viste le 7 ore di fuso orario che intercorrono fra l’Italia e l’isola di Lombok. Il Gran Premio dell’Indonesia si svolgerà nella tarda nottata italiana, con la gara della MotoGP che inizierà nella primissima mattinata. Le dirette saranno in esclusiva Sky con il canale dedicato al Motomondiale (208), mentre TV8 manderà l’evento in differita con una sintesi delle qualifiche e la trasmissione integrale delle gare. Le due gare dell’Asia Talent Cup si svolgeranno sabato dopo le qualifiche della MotoGP alle 9:25 e domenica prima dei Warm Up, alle 2 di notte. Come al solito sarà possibile seguirle attraverso il canale YouTube del campionato.

Dirette Sky Sport MotoGP (208)

Venerdì
Ore 01:55/02:50 – FP1 Moto3
Ore 02:50/03:45 – FP1 Moto2
Ore 03:45/04:45 – FP1 MotoGP
Ore 06:10/07:05 – FP2 Moto3
Ore 07:05/08:00 – FP2 Moto2
Ore 08:00/09:00 – FP2 MotoGP

Sabato
Ore 01:55/02:50 – FP3 Moto3
Ore 02:50/03:45 – FP3 Moto2
Ore 03:45/04:45 – FP3 MotoGP
Ore 05:30/06:30 – Qualifiche Moto3
Ore 06:30/07:25 – Qualifiche Moto2
Ore 07:25/08:05 – FP4 MotoGP
Ore 08:05/08:50 – Qualifiche MotoGP


Domenica
Ore 02:55/04:15 Warm Up
Ore 05:00/06:00 – Gara Moto3
Ore 06:20/07:20 – Gara Moto2
Ore 08:00/09:00 – Gara MotoGP

Differite TV8

Sabato
Ore 13:00/14:15 – Sintesi Qualifiche

Domenica
Ore 12:15/13:00 – Gara Moto3
Ore 13:30:14/15 – Gara Moto2
Ore 15:15/16:00 – Gara MotoGP

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente TCR Europe: Jáchym Galáš nuovamente al via con Janík Motorsport Successivo F1: Hülkenberg torna a correre in Bahrain. Sostituirà Vettel

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.