Motomondiale: Orari TV del GP di Francia

Il paddock della MotoGP torna in azione. Presenti anche la MotoE e la Northern Talent Cup. Dirette su Sky Sport MotoGP, differite su TV8

Dopo il Gran Premio di Spagna di 2 settimane fa, il paddock del Motomondiale si sposta in Francia sullo storico Circuit Bugatti di Le Mans per il 7° round stagionale, che fa seguito a quello disputato ad Jerez, che finalmente ha visto il ritorno di Francesco Bagnaia sul gradino più alto del podio in MotoGP.

Il pilota ufficiale Ducati ha conquistato il primo successo stagionale dopo un inizio abbastanza zoppicante, con un ritiro ed altre gare decisamente non entusiasmanti, accusando un distacco di ben 33 punti da Fabio Quartararo, attualmente leader del campionato con un +7 su un fantastico Aleix Espargaró, che ha portato una storica vittoria all’Aprilia in Argentina e due terzi posti a Portimão ed Jerez, con la casa di Noale che ha così perso le concessioni a partire dalla prossima stagione.

Negli ultimi anni a Le Mans hanno dominato le Ducati, con Jack Miller vittorioso nel 2021. Quest’anno, il podio negli USA e la top 5 di Jerez sono segnali incoraggianti. Specialista del bagnato, si leccherà i baffi alla prospettiva di una gara bagnata. Restando a Borgo Panigale, Johann Zarco potrebbe rivelarsi una buona aggiunta. L’idolo di case del team Pramac è salito due volte sul podio a Le Mans, l’ultima nel 2021. In questa stagione sono arrivati due podi, uno sull’asfalto umido di Portimão, l’altro nella bagnatissima Indonesia. Sotto il diluvio il francese sarebbe ben capace di un grande risultato.

Fra i piloti in griglia, nessuno ha più vittorie in Francia di Marc Márquez. Finora è stato un anno difficile per il pilota della Honda, che non è ancora salito sul podio. L’otto volte Campione del Mondo è molto abile nelle condizioni miste. Lo stesso si può dire per il fratello minore Álex. Il pilota di Lucio Cecchinello ha ottenuto il suo primo podio in assoluto nella classe regina sul bagnato proprio a Le Mans, due stagioni fa. Qualche settimana fa ha stupito in condizioni umide nelle qualifiche di Portimão.

Sull’asciutto potrebbe invece spiccare il leader del campionato Quartararo. Nelle sue ultime due apparizioni il francese ha raccolto ben 45 punti, frutto di una vittoria ed un 2° posto. Una buona gara potrebbero farla i piloti della Suzuki, con Álex Rins e Joan Mir che dovranno cercare di massimizzare ogni risultato per non rimanere a piedi nella prossima stagione, visto il recente annuncio della casa di Hamamtsu, che pare si ritiri a fine anno.


In Moto2 i rivali di Celestino Vietti hanno accorciato nei suoi confronti ad Jerez, con Ai Ogura che ha vinto il GP di Spagna davanti ad Arón Canet e Tony Arbolino. Il piemontese è arrivato soltanto 6° dopo una gara difficile. Ottimo inizio di stagione, in questo 2022, per il giapponese, che ha dimostrato di avere un ottimo passo ed è reduce dalla prima vittoria. Nelle prime sei gare dell’anno Ogura ha portato a casa tre podi di fila, grazie ai quali ora ha soli 19 punti da recuperare a Vietti.

Arbolino giunge su un circuito che per lui è uno dei preferiti: il lombardo l’anno scorso (alla sua prima stagione nella classe di mezzo del Motomondiale) è arrivato quarto , mentre 2 anni fa in Moto2 chiuse secondo. Canet, grande protagonista in terra andalusa dove è arrivato secondo a soli cinque giorni dall’intervento chirurgico a cui si è sottoposto dopo la brutta caduta di Portimão, sarà ancora una volta un temibile avversario.


In Moto3 partirà la caccia a Sergio García, attuale leader della classifica con 21 punti di vantaggio sul nostro Dennis Foggia. Il pilota di Palestrina è reduce da uno zero pesantissimo rimediato in Spagna al temine di una gara difficilissima che l’ha visto via via retrocedere fino alla 18ª posizione, non trovandosi mai a suo agio con la propria moto. Oltre a Foggia, tra coloro che vorranno rendere la vita difficile al leader del Mondiale, troviamo anche il vincitore di Jerez, ovvero Izan Guevara, ed il connazionale Jaume Masiá. Da non sottovalutare nemmeno il turco Deniz Öncü.


Dopo la trasferta in Andalusia, sarà della partita nuovamente la MotoE, che a Le Mans disputerà il secondo appuntamento stagionale. Ad Jerez Eric Granado ha portato a casa le prime due vittorie dell’anno, e l’anno scorso si è regalato a Le Mans un successo davvero indimenticabile arrivato negli ultimi metri. Da non sottovalutare, però, Dominique Aegerter, Mattia Casadei ed il campione in carica Jordi Torres, che in Francia potrà dare una prima svolta alla sua stagione. Lo spagnolo nel 2020 sulla pista francese ha vinto la prima gara e nella seconda ha portato a casa un sesto posto con cui si è regalato il suo primo titolo nella classe elettrica. Tra i candidati al successo troviamo anche Miquel Pons ed Héctor Garzó, che ad Jerez hanno conquistato rispettivamente un secondo e un quarto posto.


Il Circuit Bugatti sarà anche teatro dell’inizio della stagione 2022 della Northern Talent Cup, giunta alla sua terza edizione e che ci consegnerà l’erede del compianto Jakub Gurecký, campione 2021 e purtroppo deceduto prematuramente lo scorso febbraio.

Le due nazioni maggiormente rappresentate saranno Germania ed Ungheria, con 5 piloti a testa (Luca Göttlicher, Rocco Sessler, Valentino Herrlich, Dustin Schneider e Julius Coenen per la Germania; Martin Vincze, Lorinc Laszlo, Kevin Farkas, Tibor Varga e Rossi Moor per l’Ungheria), mentre l’Olanda ne schiererà 4 (Rio Olofsen, Delano Greven, Jurrien van Crugten e Loris Veneman).

Segue la Svizzera con tre piloti (i fratelli Lenoxx e Levin Phommara e Maxime Schmid), mentre sarà presente anche l’Ucraina con due piloti (Sviatoslav Pylypenko e David Sidorov). L’Italia sarà rappresentata da Matteo Masili, classe 2008, che nel 2020 ha vinto diverse gare del CNV Selettiva Nord, il Campionato Europeo e il CIV Junior, tutto nella categoria Ohvale 160cc, diventando anche Campione Italiano. Nel 2021 ha conquistato i titoli nella Coppa Italia Junior e nel FIM MiniGP Alpe Adria, nuovamente nella categoria Ohvale 160cc.


Il Gran Premio di Spagna del Motomondiale sarà diretta esclusiva Sky con il suo canale tematico Sky Sport MotoGP (208), mentre TV8 trasmetterà una sintesi delle qualifiche il sabato e le varie gare delle 4 categorie tra sabato e domenica, tutte in differita. Occhio alle qualifiche della MotoE, che non verranno trasmesse in TV, ma probabilmente saranno visibili gratuitamente sul canale YouTube della MotoGP, come peraltro accaduto per il round di Jerez. In merito alla Northern Talent Cup, le due gare si disputeranno sabato alle 17:25 e domenica alle 16:30 e verranno trasmesse o sul canale YouTube della NTC.

Dirette Sky Sport MotoGP (208)

Venerdì
Ore 08:55/09:50 – FP1 Moto3
Ore 09:50/10:50 – FP1 MotoGP
Ore 10:50/11:50 – FP1 Moto2
Ore 13:10/14:05 – FP2 Moto3
Ore 14:05/15:05 – FP2 MotoGP
Ore 15:05/16:00 – FP2 Moto2

Sabato
Ore 08:55/09:50 – FP3 Moto3
Ore 09:50/10:50 – FP3 MotoGP
Ore 10:50/11:50 – FP3 Moto2
Ore 12:30/13:30 – Qualifiche Moto3
Ore 13:30/14:10 – FP4 MotoGP
Ore 14:10/15:10 – Qualifiche MotoGP
Ore 15:10/16:05 – Qualifiche Moto2
Ore 16:20/17:00 – Gara 1 MotoE

Domenica
Ore 08:55/10:15 – Warm Up
Ore 11:00/12:00 – Gara Moto3
Ore 12:20/13:15 – Gara Moto2
Ore 14:00/15:00 – Gara MotoGP
Ore 17:00/17:30 – Gara 2 MotoE (DIFFERITA)

Differite TV8

Sabato
Ore 15:30/16:45 – Sintesi Qualifiche
Ore 17:00/17:30 – Gara 1 MotoE

Domenica
Ore 14:05/15:00 – Gara Moto3
Ore 15:25/16:15 – Gara Moto2
Ore 17:05/17:45 – Gara MotoGP
Ore 18:30/19:00 – Gara 2 MotoE

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente BB Competition tra “Valdinievole” e Rally Piancavallo: una settimana di soddisfazioni per la scuderia spezzina Successivo FE: Marrakech sostituirà Vancouver nel calendario di quest'anno

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.