MXGP: Gajser conquista il GP di Germania. Seewer trionfa in Gara 2

Il campione in carica giunge secondo dieto al pilota della Yamaha, il quale conquista la 3ª manche stagionale. Gajser conquista l’assoluta ed allunga in campionato

Va in scena l’atto finale del Gran Premio di Germania a Teutschenthal ed i piloti della MXGP vanno dietro il cancello di partenza per determinare il vincitore di giornata. Questa volta l’holeshot è di Jeremy Seewer, che gira primo davanti ad Jorge Prado e Tim Gajser. Lo sloveno si libera subito della pratica GASGAS e si attacca al codone della Yamaha dello svizzero. Dietro di loro Rubén Fernández prende la quarta posizione, mentre Calvin Vlaanderen chiude i cinque al comando. Il nostro Mattia Guadagnini non riesce a ripetere la partenza di Gara 1 ed è in fondo al gruppo.

Dopo la fiammata iniziale Gajser lascia allungare lo svizzero che comanda con tre secondi e mezzo di vantaggio. Prado è lontano dalla testa ad una decina di secondi abbondanti e deve guardarsi da un Vlaanderen che si sta facendo sotto dopo aver avuto la meglio su Fernández. In questa fase, l’italiano meglio piazzato è Ivo Monticelli in 13ª posizione, mentre Guadagnini è risalito al ventiduesimo posto.

A dieci minuti dal termine Seewer è sempre al comando con circa cinque secondi di margine su un Gajser che passeggia al secondo posto. Devono passare altri undici secondi perché arrivi Prado terzo, al quale si sono avvicinati ad un paio di secondi Vlaanderen e Fernández. Monticelli riesce a tenere la sua tredicesima posizione, mentre il duro lavoro di recupero dalle ultimissime posizioni in avvio, ha portato Guadagnini al ventesimo posto.

Una manche della MXGP che ha regalato ben poche emozioni, si chiude quindi con Seewer che vince dopo aver condotto dal primo metro di gara, seguito da Gajser secondo, Prado al terzo posto, poi Vlaanderen e Fernández.

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente WTCR: Urrutia conquista la vittoria di Gara 2 all'Hungaroring Successivo ETCR: Adrien Tambay è il King of the Weekend dell'Hungaroring

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.