MXGP: Gajser domina a Ķegums, disastro Prado

Il pilota della GASGAS commette un errore sul finale di Gara 1 perdendo punti preziosi e non riuscendo a guidare bene in Gara 2. Lo sloveno domina incontrastato davanti a Pauls Jonass

Continua senza problemi il dominio di Tim Gajser nella stagione 2022 della MXGP. Dopo la doppietta di Pietramurata il pilota della Honda ha dominato anche a Ķegums nel Gran Premio della Lettonia, regolando di forza Jorge Prado in Gara 1 e l’idolo locale Pauls Jonass in Gara 2. Un finale thrilling, quello della prima manche, che ha visto lo spagnolo della GASGAS carambolare addosso a Gajser a pochi metri dal traguardo, con Prado che è finito in terra ed ha concluso 12°

Gara 1

Nella prima gara del weekend il pilota della Honda è partito in maniera abbastanza tranquilla, lasciando sfogare nelle prime due posizioni Prado (solito autore dell’holeshot) e Jonass, controllandoli a distanza e sferrando l’attacco a 5 minuti dal termine, sopravanzando facilmente il lettone per poi involarsi all’attacco dello spagnolo.

Anche su Prado il sorpasso è stato facile, con Gajser che ha poi condotto fino al traguardo e riuscendo a rimanere in sella dopo il crash dello spagnolo, quando quest’ultimo gli è carambolato addosso dopo uno degli ultimi salti, riuscendo poi a chiudere al comando la prima manche davanti a Jonass e ad un solitario Rubén Fernández, al secondo podio stagionale.

Un ottimo Alberto Forato ha concluso in 4ª posizione dopo una lunga lotta con le Yamaha ufficiali, resistendo agli attacchi di Maxime Renaux e Jeremy Seewer e contemporaneamente riuscendo ad attaccare Glenn Coldenhoff sul finale. Solo 12° Prado, il quale è riuscito, seppur dolorante, a portare al traguardo la GASGAS del team De Carli.

Gara 2

Gara due quasi perfetta per Gajser, che dopo qualche passaggio interlocutorio alle spalle dell’autore dell’holeshot Jonass ha rilevato il comando e si è velocemente allontanato dal resto della compagine. Al termine della 17ª tornata lo sloveno della Honda ha tagliato il traguardo con un vantaggio di oltre cinque secondi su Jonass ed il sempre più consistente Coldenhoff.

Prime cinque posizioni completate da Fernández e Renaux. Tutto da rifare per, Prado che in seguito ad un contatto con Jonass avvenuto pochi metri dopo la partenza, è rimasto invischiato a centro gruppo ed è stato incapace di risalire, terminando in 13ª posizione. Per quanto concerne i nostri colori, dopo l’ottima prima frazione, Forato è giunto nono, fortemente penalizzato da uno start farraginoso. Qualche sprazzo di luce per Ivo Monticelli, che nei primi minuti di gara ha lottato in prossimità della top 5 prima di incappare in un errore che, dopo pochi minuti, lo ha costretto al ritiro.

Un’altra giornata trionfale, quindi, per Gajser, il quale allunga il proprio vantaggio nella classifica generale con un margine di ben 66 punti nei confronti di Prado, il quale si trova braccato da Renaux, distante solo 5 punti dallo spagnolo nella sua stagione d’esordio dopo la vittoria del titolo nella MX2 della scorsa stagione.

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente WRC: Sébastien Ogier presente al Rally del Portogallo Successivo Supercross 250E: Austin Forkner trionfa a Foxborough, Jett Lawrence è campione

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.