MXGP: Jeremy Seewer conquista il GP di Francia

credits: Twitter Yamaha Racing

Lo svizzero della Yamaha vince ad Ernée dopo aver dominato Gara 1 ed aver chiuso 2° in Gara 2. Tim Gajser giù dal podio

Più di una volta si detto che, visti gli infortuni degli avversari più temibili, Tim Gajser sarebbe dovuto stare solo lontano dai guai per portarsi a casa il titolo iridato della MXGP. Il pilota della Honda, però, ora deve stare attento a non prendere l’abitudine a rimanere giù dal podio, perché anche in Francia si è piazzato solamente quarto, come gli era già accaduto anche la scorsa settimana in Spagna e prima in Sardegna.

A fare festa ad Ernèe è stata la Yamaha, che si è imposta con un Jeremy Seewer in grande spolvero. Il pilota svizzero ha avuto la meglio su Jorge Prado in Gara 1, riuscendo a scavalcarlo quando mancavano un paio di tornate alla bandiera a scacchi. Nella seconda manche, invece, si è inchinato solamente al compagno di squadra Glenn Coldenhoff, portandosi a casa quindi un bottino di ben 47 punti che gli è valso il gradino più alto del podio.

Ancora una volta Prado non è riuscito a capitalizzare la sua grande velocità. Lo spagnolo della GASGAS è stato quello che ha condotto per il maggior numero di tornate, oltre 20 in totale a cavallo delle prime due gare, ma poi ha sempre ceduto nel finale. Solo a Seewer nella prima frazione e ad entrambe le Yamaha nella seconda. In ogni caso, con un secondo ed un terzo posto si è preso la piazza d’onore nella classifica finale del Gran Premio di Francia.

Nonostante il successo in Gara 2, Coldenhoff ha pagato una prima manche non particolarmente brillante e con i suoi 34 punti si è dovuto accontentare del gradino più basso del podio. La vittoria della seconda gara è stata comunque importante, perché il suo bottino è stato il medesimo di Gajser, ma lo sloveno aveva all’attivo solo un quinto ed un quarto posto, quindi alla fine si è classificato quarto.

La cosa curiosa è che, nonostante la domenica in ombra, Gajser ha incrementato il suo margine in classifica nei confronti di Maxime Renaux, perché il francese della Yamaha non ha brillato per niente nel Gran Premio di casa: con un sesto ed un ottavo posto ha totalizzato appena 27 punti ed ora il suo gap nel Mondiale è di 73 lunghezze.

Purtroppo nella top 10 di giornata non figurano piloti italiani, anche perché Mattia Guadagnini è stato costretto ad alzare bandiera bianca sabato, dopo essere stato vittima di una brutta caduta, dopo la quale è stato dichiarato unfit.

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente Formula Regional: Beganovic squalificato da Gara 2 al Paul Ricard Successivo Moto2: Stagione finita per Gabriel Rodrigo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.