MXGP: La Honda si presenta per la stagione 2022

Tim Gajser cercherà di tornare sul trono del motocross mondiale, Mitchell Evans tornerà alle gare dopo un lunghissimo stop: formazione consolidata per l’Ala Dorata

Tim Gajser e Mitchell Evans saranno nuovamente sotto il tendone del Team HRC nel 2022, e cercheranno di riprendersi dalle diverse vicende del 2021, in sella alle Honda CRF450R per la nuova stagione della MXGP.

Il campionato dell’anno scorso è stato pieno bei momenti per il team ufficiale Honda, con il quattro volte campione del mondo Gajser che ha vinto quattro round dopo alcune gare davvero impressionanti, inclusa un’incredibile prestazione al round di apertura in Russia. Tuttavia, alla fine, è venuto meno nella sua missione di diventare un cinque volte campione, ed è quel risultato che cercherà di ottenere per quella che dovrebbe essere un’altra intensa battaglia per il titolo.

Per il compagno di squadra Evans il 2021 è stato il più difficile della sua giovane carriera, poiché è stato costretto a guardare da bordo campo mentre si riprendeva dall’infortunio al polso subito al GP di Spagna del 2020. Perdere un’intera stagione non è mai positivo, ma l’australiano ha ha mantenuto una mentalità fortemente concentrata e spera di riprendersi quest’anno e ricordare a tutti il ​​pilota che ha ottenuto un terzo posto alla sua prima assoluta in MXGP. Sa che non sarà facile e non sta facendo pressione su se stesso per ottenere immediatamente quel tipo di risultati, ma la sua fiducia nelle sue capacità non ha mai vacillato e dovrebbe essere solo questione di tempo prima che torni a brillare.

Al primo posto per entrambi i piloti ci sono le gare preseason degli Internazionali d’Italia, prima di dirigersi verso la Gran Bretagna e lo straordinario tracciato di Matterley Basin nel fine settimana del 20 febbraio. Da quel momento in poi, sarà un flusso costante di corse su alcuni dei migliori circuiti del mondo, con ritorni speranzosi in alcune delle destinazioni d’oltremare che non sono state disponibili nelle ultime due stagioni.

Marcus Pereira de Freitas, General Manager: “È fantastico avere sia Tim che Mitch sotto il tendone quest’anno, ed entrambi stanno lavorando sodo per essere di nuovo pronti per la nuova stagione. La pausa è stata molto breve dalla fine della stagione 2021, quindi è stato un periodo molto impegnativo e devo ringraziare tutti nel Team HRC per aver continuato a lavorare sodo per assicurarci di essere pronti per la prima gara. Tim fa sempre il lavoro necessario, sia con i test che con il proprio allenamento fisico, quindi mi fido sempre di lui. Mitch è tornato in Europa da un po’, ormai, e tutti i rapporti sono stati positivi ed ora possiamo testare con lui prima del primo evento MXGP, e questo ci darà un’idea di dove si trova. Sappiamo che non sarà facile, dato che il livello è salito dall’ultima volta che ha corso, ma è molto determinato e faremo in modo che abbia tutto ciò di cui ha bisogno per tornare al vertice della classe. Sembra che stiamo tornando ad un formato di due giorni, che penso sia positivo per lo sport, quindi dobbiamo essere pronti per questo, ma nel complesso, penso che il Team HRC sia in una posizione di forza per il 2022.

Tim Gajser: “Mi sento davvero bene ad entrare in questa stagione 2022. Ovviamente l’anno scorso non è finito come volevo, visto che sono arrivato terzo in campionato, che è comunque buono, ma non è quello a cui punto. Ho passato molti bei momenti e queste sono le cose su cui mi sto concentrando e su cui mi sto basando in questa bassa stagione. Non abbiamo avuto molto tempo per staccare la spina e rilassarci, quindi è stato difficile, ma mi sento in forma, in salute e pronto a lottare per il campionato. Correrò le gare italiane per fare un po’ riscaldamento, ma so che le vere gare inizieranno a Matterley Basin tra meno di un mese. Ci sono molte piste familiari sul calendario e sono fiducioso di poter mantenere un alto livello di prestazioni e portare la Honda CRF450R sul podio per tutta la stagione. Speriamo di poter entrare in una routine regolare e che il programma rimanga lo stesso, e che i fan possano uscire e supportarci in tutti i round, poiché questo fa una grande differenza.

Mitchell Evans: “Sono stati 15 mesi davvero difficili per me, nei quali non ho potuto correre per così tanto tempo. È stato difficile, sia fisicamente che mentalmente, cercare di rimanere positivi e mantenere alta la motivazione per tornare a quello che ora è un livello estremamente alto di motocross nella classe MXGP. Tuttavia, ora mi sento sempre meglio ogni giorno e la mia forma fisica è in anticipo rispetto al programma che mi ero prefissato. So che non sarà facile correre subito con questi ragazzi, perché stanno andando così veloci, ma non sto mettendo pressione su me stesso e credo davvero di poter tornare a quel livello. Non perdi mai la tua capacità di guidare, quindi si tratta solo di rafforzare il mio lato sinistro abbastanza e questo sta accadendo giorno dopo giorno. Sono davvero grato di aver avuto il supporto del Team HRC durante questo periodo e non vedo l’ora di ripagarlo mettendo in pista i risultati.

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente MotoGP: Marc Márquez sarà al via dei test di Sepang Successivo Moto3: Possibile ritorno per Ana Carrasco?

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.