MXGP: Mattia Guadagnini debutta in Sardegna

Il pilota della GASGAS farà il salto dalla MX2 con largo anticipo, affiancando Jorge Prado che tornerà a correre in Sardegna

A pochi giorni dal weekend del Gran Premio di Sardegna 2022, ottavo appuntamento stagionale del Mondiale Motocross, è arrivato ieri il clamoroso annuncio del passaggio immediato in MXGP di Mattia Guadagnini. Il giovane pilota veneto del team De Carli, autore di una prima parte di campionato al di sotto delle aspettative in MX2 (è 7° nella generale con un solo podio di manche all’attivo), avrà dunque la possibilità di esordire nella classe regina già in questo fine settimana a Riola Sardo, con la GASGAS MC 450F.

Guadagnini, d’accordo con KTM (proprietaria del marchio GASGAS) ed il team De Carli, ha deciso di anticipare uno scenario che era già programmato per la stagione 2023. Mattia di fatto è già fuori dalla corsa per il titolo in MX2, quindi giocare d’anticipo gli consentirà di prendere le misure alla MXGP nei rimanenti 13 round di quest’anno in vista del Mondiale 2023.

Il Red Bull GASGAS Factory Racing Team continuerà ad essere rappresentato da Simon Längenfelder nella classe MX2, dove è attualmente terzo nella classifica del campionato e finora ha vinto un Gran Premio. Guadagnini affiancherà Jorge Prado nella classe MXGP, con lo spagnolo che tornerà a correre in questo weekend dopo lo stop di una settimana dovuto ad un infortunio in allenamento.

Claudio De Carli, Team Manager: “Tra errori ed episodi sfortunati, Mattia sta attraversando un periodo difficile. Conosciamo tutti il ​​suo talento, può tornare a fare molto bene ed è ancora tra i primi dieci in MX2. Mattia lavora sempre con grande impegno ed è un pilota maturo, determinato, professionale e molto veloce. Ne abbiamo parlato, per il suo interesse, e tra le varie possibilità ha deciso lui stesso di passare alla categoria MXGP. Questo passaggio era previsto per la prossima stagione, ma siamo tutti convinti che è una buona soluzione per fare subito esperienza. In MXGP non dovrà preoccuparsi dei risultati. Ci sono tredici round da correre, in cui potrà prendere confidenza con la 450 e così prepararsi al meglio per il 2023.

Mattia Guadagnini: “Avevo grandi aspettative per questa stagione. Mi sono preparato molto bene con la squadra, ma in gara le cose sono andate storte troppe volte. Ho commesso degli errori ed ho avuto anche un po’ di sfortuna! Non siamo ancora a metà stagione, ma realisticamente è molto difficile raggiungere gli obiettivi che mi ero prefissato, ho pensato che sarebbe stato più logico guardare avanti e prepararsi per la prossima stagione, soprattutto perché ho tanti round per adattarmi alla MC 450F. Ne ho parlato con De Carli e la squadra, e forse questo cambiamento sarà positivo per tutti. Ringrazio la squadra e la dirigenza per questa opportunità.

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente WSBK: Isaac Viñales correrà ad Estoril con Pedercini Successivo WRC: André Villas-Boas disputerà alcune prove del Rally del Portogallo con la Citroën C3 WRC Plus

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.