Rally di Roma Capitale amaro per Giacomo Scattolon

Il pilota pavese, portacolori di Aci Team Italia, costretto al ritiro a causa di una “toccata” accusata nel corso della quarta prova speciale, particolare che ha compromesso un prosieguo di gara che lo stava vedendo in quarta posizione nel confronto tricolore

Foto: Aci Sport

Si è concluso nella quarta prova speciale – la “Guarcino – Altipiani” – il Rally di Roma Capitale di Giacomo Scattolon. Il pilota pavese, portacolori di Aci Team Italia, si è visto costretto al ritiro a causa del contatto della sua Skoda Fabia Rally2 Evo con una roccia, particolare che ha compromesso la funzionalità della ruota anteriore destra della vettura messa a disposizione da Erreffe Rally Team, equipaggiata con pneumatici Pirelli e condivisa con il copilota Giovanni Bernacchini. La gara, valida per il FIA European Rally Championship e per il Campionato Italiano Rally, stava vedendo il pilota vogherese in ottava posizione assoluta ed in quarta piazza nel confronto riservato al Campionato Italiano Rally Promozione. 

“Eravamo partiti con un buon passo, stavo guardando il distacco dalla terza posizione assoluta che al momento era di sette secondi – il commento di Giacomo Scattolon – c’è tanto rammarico, abbiamo toccato contro una roccia a pochi chilometri dalla conclusione della prova speciale. Dispiace per il team che sta lavorando veramente bene, avrei voluto ottenere un buon risultato per regalare loro una bella soddisfazione. Rimangono, tuttavia, le buone sensazioni garantite dalla vettura prima del ritiro, a conferma della bontà di un lavoro che ha coinvolto tutta la squadra. Una gara difficile, per quanto mi riguarda la più impegnativa del campionato, che ci ha regalato il confronto con gli esponenti del campionato europeo”. 

Un ritiro, quello accusato da Giacomo Scattolon, che ha precluso il raggiungimento di un risultato di spessore, maturato nella prima parte di gara prima di dover abbandonare il confronto nella quarta prova in programma. Il pilota portacolori della scuderia Movisport, tuttavia, nonostante il ritiro vede ancora concrete le ambizioni rivolte al podio del Campionato Italiano Rally Promozione, contesto che lo vedrà cercare il riscatto sulle strade del Rally 1000 Miglia, in programma nei giorni 26-27 agosto.  

Comunicato Stampa

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente WTCR: Gilles Magnus trionfa a Vallelunga in Gara 2 Successivo Effepi Sport e Simone Fruini vincono ancora: vittoria nella GR Yaris Rally Cup al Rally di Roma Capitale

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.