Romeo Ferraris dice addio al WTCR

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   

Romeo Ferraris non schiererá le sue Alfa Romeo Giulietta TCR Veloce sulla griglia di partenza del WTCR – FIA World Touring Car Cup 2021. Purtroppo, tutte le vetture che disputeranno il campionato dovranno avere una centralina unica della Marelli. Nel 2020, grazie ad una deroga, le Audi e le Alfa Romeo hanno potuto prendere parte alla serie. La casa tedesca continuerá la propria avventura nel WTCR con la nuovissima RS3 LMS TCR, mentre Romeo Ferraris concentrerá tutti i suoi lavori sull’Alfa Romeo Giulia ETCR. Tuttavia, le Giulietta TCR Veloce continueranno a gareggiare nelle serie nazionali del TCR.

 Michela Cerruti (Responsabile di Romeo Ferraris) ha rilasciato le seguenti dichiarazioni al sito Motorsport.com: “Abbandonare il FIA WTCR è sicuramente una scelta difficile, perché si tratta di un progetto in cui abbiamo fortemente creduto, il primo Mondiale a cui abbiamo preso parte come squadra e come costruttore in questi anni, sin dalla sua fondazione. La stagione 2020 non era prevista, ma la situazione globale dovuta alla pandemia del Covid-19 ci ha costretti a posticipare il nostro debutto con il programma ETCR, condizione che quindi ci ha permesso di utilizzare ancora le nostre Alfa Romeo Giulietta Veloce TCR by Romeo Ferraris. È stata sicuramente una delle migliori annate visto anche il risultato finale, ma allo stesso tempo molto provante ed impegnativa seppur racchiusa in soli due mesi. Le regole tecniche con la centralina unica del 2021 e l’esclusione da ogni titolo, piloti o squadre, rende per questo impossibile la partecipazione alle nostre vetture, che tuttavia continueranno a correre nelle varie serie nazionali ed internazionali, con ottimi risultati sino ad ora, come hanno testimoniato le performance in Australia o America”.

Lo scorso anno, Jean-Karl Vernay ha conquistato il WTCR Trophy concludendo il campionato in terza posizione. Da segnalare che il francese ha ottenuto anche una grandissima vittoria nella prima gara di Aragón.

Precedente David Richards risponde alle critiche di Daniel Elena Successivo CEV: Pubblicate le entry list provvisorie per Moto2 e Moto3

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.