Supercross 450: Tomac inarrestabile ad Indianapolis

credits: Supercross

Il pilota Yamaha approfitta del contatto tra Anderson e Barcia, per attaccare e conquistare il 4° successo consecutivo

Talmente forte e concentrato da permettersi di attendere che l’inevitabile scontro tra l’autore dell’holeshot, Justin Barcia, ed il suo diretto inseguitore, Jason Anderson, giocasse a suo favore. Eli Tomac ha dovuto attendere oltre metà del tempo regolamentare per portare il suo inappellabile attacco chirurgico al pilota della GASGAS che intanto aveva già “archiviato” la pratica Anderson con una delle sue solite durissime entrate, poi penalizzato con tre punti in campionato.

L’ufficiale Yamaha, autore anche del giro veloce della gara, ha tagliato il traguardo conquistando la quarta vittoria consecutiva ed ipotecando seriamente il titolo 2022. Barcia e Marvin Musquin hanno concluso nell’ordine alle spalle di Tomac, con Chase Sexton appena fuori dal podio davanti ad un acciaccato Cooper Webb, fortemente limitato dai postumi della caduta avvenuta lo scorso weekend.

Da segnalare la spettacolare carambola di Malcolm Stewart, accaduta a pochi giri dal termine, innescata da un pericoloso errore nella veloce combinazione di salti del circuito di Indianapolis. Altra notte da dimenticare per l’unico vero antagonista di Tomac, ovvero Anderson. Il pilota della Kawasaki, dopo un’ottima partenza alle spalle di Barcia, ha rilevato il comando sfruttando un incertezza dell’avversario nel tratto delle whoops,. Dopo solo una tornata in testa al gruppo è stato letteralmente falciato a centro curva dal pilota della GASGAS, terminando successivamente in sesta posizione.

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente Supercross 250E: Jett Lawrence trionfa anche ad Indianapolis Successivo MERC: Khaled Al-Suwaidi trionfa in Kuwait

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.