SuperEnduro: Billy Bolt domina anche a Gerusalemme

Il pilota britannico fa ancora una volta l’en plein trionfando nel terzo round stagionale alla Pais Arena. Il titolo è sempre più vicino

È un Billy Bolt sempre più consistente, quello che stiamo vedendo nella stagione 2021/2022 del FIM SuperEnduro World Championship. Dopo aver trionfato nell’edizione 2019/2020, il pilota britannico sta letteralmente dominando anche quest’anno, non concedendo ai propri avversari quasi nulla se non la prima manche del round di Ungheria (vinta da Taddy Błażusiak).

Il britannico ha ammesso di non essere del tutto a suo agio su una pista così stretta e tecnica come quella di Gerusalemme. Tuttavia, ha dimostrato ancora una volta di essere adattabile e di essere veloce e preciso in qualsiasi arena.

Nonostante l’assenza sia della classe Junior, che dell’Europeo, il primo storico GP in Israele è stato comunque un successo, con la Pais Arena di Gerusalemme che ha ospitato il terzo round stagionale nella serata di ieri, dove erano presenti sia la classe Prestige, che le classi Hobby ed Expert del campionato israeliano.

Superpole

Dopo aver fatto segnare il giro più veloce nelle prove cronometrate, King Taddy sembrava essere al top della forma, ma sfortunatamente la fortuna non è stata dalla sua parte e la sua GASGAS si è fermata a causa dello stallo del motore all’inizio del giro cronometrato in qualifica. Il polacco ha quindi perso 10 secondi, per poi ripartire e chiudere la qualifica con l’ultimo tempo. La pole position è stata ottenuta nientemeno che dal leader di campionato Bolt , che è riuscito a scendere sotto i 34 secondi (33.609). Dietro di lui, il suo compagno di squadra Colton Haaker ha fatto bene anche sulla pista stretta ed insidiosa, conquistando il 2° posto in griglia. La tecnica di Cody Webb ha funzionato a meraviglia, consentendogli di conquistare il 3° tempo appena davanti a Jonny Walker.

Gara 1

Haaker è partito alla grande in Gara 1 agguantando l’holeshot, ma il californiano è stato subito superato dal compagno di squadra Bolt. Haaker ha quindi dovuto affrontare ripetuti tentativi da parte di Walker, con il pilota della Beta che lo ha poi superato con facilità. Ancora alla ricerca della sua prima corona, il britannico ha mostrato grande costanza in questa stagione. È arrivato 2° nella prima gara, davanti a Webb, che finalmente è riuscito a sconfiggere i suoi demoni. Il pilota americano è stato convincente per tutta la serata e la sua prestazione è stata in aumento, anche se troppo tardi per lottare per il titolo.

Gara 2

Lo show di Bolt è proseguito in Gara 2, con partenza a griglia inversa. Błażusiak è stato veloce al via ed ha conquistato l’holeshot, ma un altro stallo della sua GASGAS ed il dolore della sindrome compartimentale lo hanno costretto a cedere rapidamente terreno sia a Bolt che a Walker . Il sei volte iridato, però, non si è arreso facilmente e dopo una grande battaglia con i due inglesi si è aggrappato ad un fondamentale 2° posto, approfittando di due cadute di Walker, giunto 3° alla fine della manche.

Gara 3

La ciliegina sulla torta per Bolt è stata la gara finale, dove ha concluso con oltre 18 secondi di vantaggio su Walker. Il suo vantaggio in campionato è ora di ben 50 punti, dandogli una grande possibilità nel gran finale di Riesa. L’ultima gara della notte in Israele ha visto anche una grande lotta tra Walker, Webb ed Haker, con il pilota della Beta che ha tenuto a bada gli americani e ne è uscito in testa, finendo 2° dietro a Bolt e conquistando anche il 2 ° posto nella classifica di campionato. Nonostante sia arrivato 3° nell’ultima gara, Haaker ha mancato di poco il podio assoluto, ad un solo punto da Błażusiak. Il polacco è salito sul gradino più basso del podio nonostante una caduta in Gara 3.

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente FIA ERC e Campionato Italiano Assoluto Rally 2RM per Andrea Mabellini Successivo BSB: La Ducati svela le carte per il 2022. Brookes confermato, Sykes torna in patria dopo 13 anni

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.