SuperEnduro: Billy Bolt domina anche l’ultima stagionale

Il pilota dell’Husqvarna conquista anche le ultime 3 gare stagionali nella seconda giornata di Riesa. Olszowy campione Junior, Goggia campione europeo

Non poteva chiudere la stagione 2021/2022 in modo migliore, dominando anche l’ultimo round stagionale di Riesa un giorno dopo aver conquistato il secondo alloro mondiale nella città tedesca. Billy Bolt è un fiume in piena, di quelli che hanno un ampio bacino idrico e scorrono velocemente con grande veemenza, sbarazzandosi di tutto quello che gli si para davanti.

E proprio come un fiume in piena, il pilota dell’Husqvarna ha letteralmente dominato la stagione, conquistando la vittoria di 14 gare su 15 in totale, lasciando soltanto le briciole ai suoi rivali, con il solo Taddy Błażusiak a riuscire a conquistare l’unica manche non vinta dall’inglese. Tanta sfortuna per l’idolo polacco, che proprio nella prima giornata tedesca ha subito un infortunio al polso ed ha dovuto dare forfait per il resto della serata e per quella successiva.

Alla SACHSENarena di Riesa, Germania, in questo weekend sono andati in scena gli ultimi due round del FIM SuperEnduro, con Bolt capace di laurearsi nuovamente Campione del Mondo al sabato, dopo aver dovuto aspettare due anni per ritrovare l’alloro iridato (la stagione 2020/2021 fu cancellata agli albori della pandemia). Nella giornata di domenica sono arrivate altre tre vittorie, con ampissimo margine sui suoi inseguitori.

A niente hanno potuto i suoi avversari, con Jonny Walker che ha incamerato 27 e 10 secondi nelle prime due gare, mentre Colton Haaker ne ha incamerati 17. Con due secondi ed un terzo posto, Walker ha conquistato il secondo posto nella classifica generale proprio ai danni di Haaker, autore di due terzi ed un secondo posto. Il pilota britannico ha trovato nuova linfa vitale in questa stagione, presentandosi da pilota privato ed impegnato anche nella gestione della propria squadra, con la quale ha lavorato sulla moto tra un round e l’altro.

I due sfortunati quest’anno sono ovviamente Błażusiak e Cody Webb, che chiudono la stagione con un brutto infortunio. I piloti di GASGAS e Sherco si sono entrambi fratturati i polsi. Non hanno corso l’ultimo GP ed entrambi sono finiti rispettivamente 6° e 7°.

Dominik Olszowy trionfa nella classe Junior

credits: Facebook SuperEnduro

Sulla scia di Bolt, anche Dominik Olszowy si è laureato Campione del Mondo nella classe Junior nel corso dell’ultima giornata, avendo infatti dominato per tutti i cinque Gran Premi della stagione 2022. Il connazionale e pupillo di King Taddy riporta quest’anno un titolo in Polonia, titolo che ha conquistato con autorevolezza. È stato il leader per tutta la stagione. Suff Sella chiude l’anno con il botto. Solo alle porte della top 5 dopo Budapest, l’israeliano ha spinto molto in Germania per conquistare il secondo posto assoluto a spese di Milan Schmueser. I due ragazzi hanno chiuso con lo stesso numero di punti, ma vista la migliore classifica nelle manche rispetto al tedesco, è stato Sella a finire secondo dietro ad Olszowy.

L’Europeo parla italiano. Sonny Goggia è Campione!

credits: Facebook Sonny Goggia

Se non bastassero due assoluti dominatori nelle classi Prestige e Junior, anche il Campionato Europeo è stato a senso unico. L’Italia bella e forte delle corse offroad, quella di Tony Cairoli (Motocross) e Giovanni Sala (Enduro), ha conquistato un posto d’onore anche nel SuperEnduro, con il nostro Sonny Goggia capace di dominare la stagione dopo aver sfiorato il titolo in quella precedente. L’ex pilota della classe Prestige ha così scritto un’altra pagina della nostra storia, con l’augurio che possa farsi nuovamente valere anche nel Mondiale.

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente Trofeo N5 Italia, la riscossa di Rigo Successivo MotoGP: Marc Márquez accusa un nuovo episodio di diplopia

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.