SuperEnduro: Billy Bolt trionfa in Germania ed è Campione del Mondo

Il pilota dell’Husqvarna bissa il successo del 2020, trionfando nel penultimo round stagionale di Riesa, in Germania

È un super Billy Bolt, quello visto nel corso di questa stagione, ancor più quello visto ieri sera nel corso del penultimo round del 2021/2022 alla SACHSENarena di Riesa, in Germania. Il pilota dell’Husqvarna, dopo il trionfo dell’edizione 2020, ha bissato il titolo riconfermandosi Campione del Mondo in una serata magica, in cui ha dato prova di tutto il suo talento, mettendo fine ai giochi con un round di anticipo, mentre l’ultimo appuntamento stagionale si svolgerà questo pomeriggio nel medesimo palazzetto.

Il 24enne britannico sta battendo ogni record e detta legge in questa stagione: su 12 gare disputate finora, ne ha vinte 11! Quest’anno tutto si è incastrato alla perfezione per Bolt, che è gioviale e amante del divertimento nel paddock, ma si trasforma in una macchina efficiente ed inarrestabile non appena sale in sella alla propria moto.

Durante le varie tappe di questa stagione ha dimostrato che nulla può fermarlo, anche quando parte male o si ritrova bloccato nel traffico. Bolt trova sempre la soluzione per vincere e demoralizzare i suoi avversari. Il suo stile unico gli ha fatto guadagnare molti fan; la sua assunzione di rischi è spesso al limite, ma il Campione del Mondo mostra una maestria totale e spettacolare. A Riesa avrebbe potuto semplicemente gestire il proprio vantaggio in classifica senza prendersi rischi, invece era determinato a vincere ogni manche della serata, specialmente la seconda in cui è andato in terra ben due volte ed è arrivato alla vittoria dopo essersi trovato in ultima posizione.

Mentre è andata bene per Bolt, è stata una storia diversa per il suo rivale di lunga data, Taddy Błażusiak. Al polacco, considerato una leggenda nello sport, è stata negata la possibilità di lottare per il secondo posto nella caccia al titolo. Nonostante una stagione sotto la media finora, King Taddy era determinato a lottare fino alla fine per conquistare il secondo posto nella classifica assoluta, facendo segnare il terzo miglior tempo nella Superpole, ma nella prima gara della serata ha fatto un pesante atterraggio dopo un salto di un tronco e si è rotto il polso destro nell’impatto, perdendo istantaneamente la forza e cadere a terra, venendo poi assistito a bordo pista e lasciando poco dopo lo stadio per le cure mediche.

Mentre l’uscita di Błażusiak ci ha negato una battaglia a tre per la seconda posizione finale, la lotta è ancora aperta tra Jonny Walker e Colton Haaker. I due hanno battagliato in pista per tutta la notte e nonostante sia stato il britannico ad essere riuscito a strappare il 2° posto della sera, i due piloti sono a pari punti in classifica in vista dell’ultimo appuntamento stagionale.

Nell’ultima gara della serata, quando Bolt ha tagliato il traguardo in prima posizione, Cody Webb ha subito la stessa sorte di Błażusiak, rompendosi il polso in una caduta. Un modo deludente per concludere quella che è stata una stagione molto difficile per il pilota statunitense.

Una menzione speciale va data anche alla star locale Tim Apolle, che ha fornito un’ottima prestazione ottenendo il 4° posto assoluto nella serata. Il collega tedesco ed ex campione Junior, Kevin Gallas ha avuto una serata difficile nella classe Prestige, quando si è infortunato nella seconda gara.

Olszowy ad un passo dal titolo nella classe Junior

Nella classe Junior è andato tutto secondo i piani per il polacco Dominik Olszowy, che ora ha ottime possibilità di alzare la corona di categoria questo pomeriggio. Il giovane polacco ha ottenuto due vittorie su tre nel Day 1 di Riesa, salendo sul podio davanti all’idolo di casa Milan Schmueser e all’israeliano Suff Sella, che hanno confermato l’ottima forma raggiunta a fine stagione. Olszowy ha dovuto cedere la vittoria una sola volta, per la gioia dei tifosi tedeschi, quando Schmueser ha cavalcato verso la vittoria nella seconda gara della serata.

Ciò significa che il polacco non potrà più puntare alla vittoria di tutte le gare della stagione, ma il suo comportamento rilassato ed il suo stile di guida sicuro lo hanno visto estendere il suo vantaggio in vista del finale di stagione di questa sera. Fabien Poirot ha avuto una serata difficile scendendo al 5° posto assoluto. Il pilota di casa Leon Hentschel ha fatto una buona prestazione nella serata, finendo 3° nella prima gara e quarto nella seconda.

Olszowy entra nella giornata finale con 49 punti di vantaggio su Schmueser, quindi dovrebbe essere in grado di prendere le cose con calma e restituire un sorriso sul volto del suo mentore, Błażusiak.

Trionfa l’Italia nell’Europeo, con Sonny Goggia ad un passo dal titolo

Sonny Goggia ha conquistato con stile la vittoria assoluta nel Campionato Europeo. L’italiano ha faticato un po’ nella seconda gara con griglia invertita, dove è stato battuto dal suo connazionale Alessandro Azzalini, oltre che da un impressionante Roland Liszka, ed Oskar Kaczmarczyk. L’ungherese Márk Szőke ha inizialmente ben figurato in Gara 1, giungendo 2° dietro a Goggia, ma sfortunatamente si è infortunato al ginocchio nella seconda gara.
Il nostro pilota Sonny Goggia, il cui stile di guida è uno dei più rilassati visti in questo sport, dovrebbe, con ogni probabilità, intascare il titolo europeo questo pomeriggio.

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente F3: Saucy e Kari penalizzati dopo la Sprint Race Successivo Moto3: Dennis Foggia domina in Indonesia

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.