SuperEnduro: Confermata l’edizione 2021. Solo quattro round racchiusi in quattro giorni, tutti in Ungheria

credits: enduro21.com

Campionato racchiuso dall’1 al 4 aprile. Solo quattro round alla Papp László Arena di Budapest

Seppur con un formato ridottissimo, racchiuso solamente in 4 giorni, l’edizione 2021 del FIM SuperEnduro World Championship è stata confermata in netto contrasto con le ultime notizie che ci sono pervenute un anno fa.

L’edizione 2020 aveva visto la cancellazione dell’ultimo round stagionale alla Atlas Arena di Łódź, in Polonia, che sarebbe stata teatro della resa dei conti tra Billy Bolt e Taddy Blazusiak, che accusava un distacco di soli 18 punti dalla vetta, con 63 punti in totale che sarebbero stati a disposizione nel round finale. La diretta conseguenza è stata la fine anticipata del campionato ed il titolo di Campione del Mondo nelle mani di Bolt.

Si era anche detto che il palazzetto di Łódź sarebbe stato teatro del primo round della nuova stagione, che sarebbe cominciata lo scordo 21 dicembre proprio in Polonia.

Contrariamente a quanto annunciato un anno fa, ABC Communication (promotore del campionato) ha raggiunto un accordo con FIM e l’organizzatore ungherese per disputare l’intera stagione 2021 nella Papp László Arena di Budapest.

La nuova stagione si disputerà interamente nel palazzetto ungherese, nell’arco di 4 giorni. Il 1° aprile andrà in scena il primo round, che vedrà tre manches per le classi Junior e Prestige.

Il 2 aprile, giorno di riposo, l’organizzatore sarà impegnato in una modifica del tracciato su cui si disputeranno il secondo ed il terzo round, che andranno in scena il 3 aprile, nuovamente con tre manches per le classi Junior e Prestige. Si avranno, quindi, un totale di 12 manches in una sola giornata, 6 per classe, risultato di due round consecutivi.

Il 4 aprile si concluderà il campionato, con i migliori piloti dei tre round precedenti che accederanno alla finalissima in cui si disputeranno due manches per entrambe le classi.

Bastien Blanchard, CEO di ABC Communication: “Siamo sollevati e felici di annunciare finalmente che avremo un campionato FIM SuperEnduro nel 2021. Non è stato facile, poiché da quasi un anno siamo soggetti a restrizioni sanitarie. Vorrei cogliere l’occasione per ringraziare gli organizzatori polacchi e tedeschi che hanno cercato soluzioni per offrire alcune corse. Dopo molti mesi di negoziati con il governo e l’arena di Budapest, Adam Hadobas ha deciso di affrontare la sfida di organizzare tre turni in un fine settimana con il numero di spettatori limitato, ovviamente, e che resta da confermare. I piloti risponderanno sicuramente, e per consentire al maggior numero possibile di fan di seguire questa edizione 2021, sarà ovviamente messa in atto una trasmissione in diretta via EnduroTV.

Jean-Paul Gombeau, Direttore Sportivo FIM: “Ancora una volta siamo onorati dagli enormi sforzi del nostro promotore e dell’organizzatore locale per trovare una soluzione praticabile in quello che rimane un periodo difficile per tutti gli stakeholder. Il formato multi round previsto in un’unica sede è una buona opzione e offrirà la migliore opportunità possibile per il FIM SuperEnduro World Championship 2021 di svolgersi in modo sicuro e controllato. ABC Communication e l’organizzatore locale devono congratularsi per il lavoro svolto fino ad oggi, e invio i miei migliori auguri a nome della FIM affinché si tratti di una serie di successo per tutti coloro che sono coinvolti.

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente Valentino Rossi: ''Sarebbe un sogno correre alla 24 Ore di Le Mans con la Ferrari'' Successivo MotoGP: Domani la presentazione Aprilia

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.