TCR Italy: Brigliadori e Ceccon trionfano a Vallelunga

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   

I piloti di Audi e Hyundai conquistano la vittoria nel terzo round stagionale. Tavano e Buri sul podio a posizioni invertite nelle due gare

Eric Brigliadori e Kevin Ceccon sono stati i grandi protagonisti del terzo round del TCR Italy a Vallelunga. Andiamo a leggere nel dettaglio i risultati.

Gara1

La prima gara ha visto un netto dominio di Eric Brigliadori. Scattato dalla pole position, il portacolori della BF Motorsport ha mantenuto sempre il comando della corsa e, nonostante l’entrata della Safety Car, è riuscito a tagliare il traguardo in prima posizione.

Brigliadori ha preceduto la Cupra di Salvatore Tavano e la Hyundai di Antti Buri, con il finlandese che è stato bravissimo a difendersi dagli attacchi di Nicola Baldan e di Kevin Ceccon. Purtroppo, il portacolori di Target Competition ha dovuto lasciare il quarto posto al pilota del Team Aggressive Italia in seguito ad una foratura alla gomma anteriore sinistra.

Ceccon ha quindi tagliato il traguardo in quarta posizione, mentre Baldan è riuscito a concludere in quinta piazza. Igor Stefanovski e Evgenii Leonov hanno concluso la loro gara in sesta e settima piazza, mentre Riccardo Romagnoli, Ruben Volt e Denis Babuin, il migliore tra i protagonisti dotati di una vettura con il cambio DSG, hanno completato la Top 10. Da segnalare che Volt si è reso protagonista di una bellissima rimonta dopo essere stato costretto a rientrare ai box al primo giro.

Gara sfortuna per Michele Imberti. Il portacolori della Elite Motorsport stava portando a casa un buon sesto posto, ma una foratura patita all’ultimo giro lo ha fatto retrocedere in tredicesima piazza.

Gara 2

La seconda gara del weekend romano ha visto il trionfo di Ceccon. Il pilota del Team Aggressive Italia ha approfittato alla grande della sfortuna che ha colpito le due Honda Civic TypeR TCR condotte da Mattias Vahtel e Ruben Volt.

I due piloti della ALM Motorsport erano partiti bene tenendo le prime due posizioni, ma dopo 10 giri ecco che è arrivato il primo colpo di scena, con Volt che ha cominciato a rallentare in seguito ad un problema ad una gomma. Il portacolori della ALM Motorsport è stato quindi costretto a rientrare ai box, ma la sfortuna per la squadra estone non è finita qui. A 7 minuti dal termine della corsa, infatti, anche Vahtel è stato costretto a rientrare ai box per sostituire l’anteriore sinistra.

E cosi al comando è salito Ceccon, con il pilota bergamasco che è riuscito a tagliare il traguardo davanti a tutti nonostante l’entrata di una Safety Car. Al secondo posto ha concluso Buri, mentre Tavano ha completato il podio.

Bellissima battaglia per il quarto posto, con Brigliadori che riesce a vincere il duello con Baldan ed Imberti. In realtà, il pilota della Target Competition aveva tagliato il traguardo in quarta posizione dopo aver superato all’ultimo giro il portacolori della BF Motorsport. Baldan, però, aveva appoggiato il muso della sua Hyundai sul posteriore dell’Audi di Brigliadori, con quest’ultimo che poi è finito largo. Per questo motivo il soprasso è stato giudicato scorretto dai commissari ed il veneto ha ricevuto una penalità, con Brigliadori che quindi si è ripreso la quarta posizione.

Baldan si è dovuto accontentare della quinta piazza, mentre alle sua spalle troviamo Imberti, Romagnoli, Federico Paolino, Babuin (ancora il migliore tra i protagonisti dotati di una vettura con il cambio DSG) e Marco Butti.

Precedente MotoGP: Viñales e Yamaha, divorzio a fine anno Successivo EWC: Nuova lineup in Portogallo per il team TRT27. Federico Napoli e Régis Stoltz si uniscono a Hugo Girardet

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.