TCR Italy: Azcona vince anche Gara 2 ad Imola. Brigliadori ed Imberti sono campioni

credits: ACI Sport

Mikel Azcona ha vinto anche la seconda gara del TCR Italy ad Imola. Scattato dalla pole position, lo spagnolo, in gara con la CUPRA León Competición TCR della Scuderia del Girasole, ha tagliato il traguardo davanti all’Audi RS3 LMS TCR di Eric Brigliadori, che grazie a questo risultato si è laureato campione 2020. Il pilota di BF Motorsport è stato molto bravo a non farsi coinvolgere nei contatti iniziali, poi ha conquistato la seconda posizione grazie ad un soprasso ai danni della Honda di Jonathan Giacon, quest’ultimo costretto al ritiro per un problema tecnico.

Il portacolori di MM Motorsport era stato anche penalizzato di 10 secondi per il contatto con Igor Stefanovski, con il macedone che poi è stato costretto a rientrare ai box per scontare il Drive Through (partenza anticipata). E cosi sul terzo gradino del podio è salito Jacopo Guidetti con l’altra Honda di MM Motorsport, mentre un ottimo Nicola Baldan è riuscito a chiudere in quarta posizione nonostante un piccolo errore.

Il pilota di Élite Motorsport ha preceduto Salvatore Tavano, autore di una grandissima rimonta dal fondo dello schieramento. Purtroppo, il quinto posto non è bastato per conquistare il titolo, poiché Tavano e Brigliadori hanno concluso il campionato a pari punti, ma la discriminante del maggior numero di vittorie ha premiato il ventenne. Tornando alla classifica finale, in sesta piazza troviamo Evgeni Leonov con la CUPRA TCR della Volcano Motorsport, mentre Francesca Raffaele ha piazzato in settima piazza la Hyundai i30 N della Target Competition.

In top 10 troviamo anche l’altra Hyundai di Damiano Reduzzi, la Honda di Ibragim Akhmadov e la Hyundai di Stefanovski. A seguire troviamo la CUPRA León Competición di Simone Pellegrinelli, l’Opel Astra di Andrea Argenti e l’Audi RS3 LMS di Matteo Poloni, il migliore tra i piloti dotati di un cambio DSG. Michele Imberti ha conquistato il campionato DSG arrivando 14° assoluto (2°tra le DSG). Gara da dimenticare, invece, per Felice Jelmini, finito sulla ghiaia mentre stava lottando con Stefanovski per la seconda piazza, e per Marco Pellegrini. Quest’ultimo stava duellando con Baldan per la quarta posizione, ma un errore all’ultimo giro gli è costata la top 5.

Purtroppo bisogna segnalare che la festa di Brigliadori potrebbe durare sino a venerdì, quando il Giudice Federale deciderà sul ricorso presentato da PMA Motorsport per l’esclusione di Jelmini da Gara 1 di Misano. Se la classifica originale venisse confermata, con Jelmini primo seguito da Brigliadori e Tavano, la classifica del campionato cambierebbe, con Tavano che diventerebbe campione superando Brigliadori per soli 4 punti.

credit: ACI Sport
credits: ACI Sport
/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente Comunicato Aprilia Racing Team Gresini MotoGP: Aleix chiude il 2020 con la migliore prestazione stagionale Successivo WRC: Niclas Gronholm al via del Rally di Monza con MRC Sport

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.