W Series: Emma Kimiläinen trionfa a Spa

credits: W Series

Un guizzo della finlandese le regala la prima vittoria stagionale, con un sorpasso su Jamie Chadwick a fine gara

La pioggia torrenziale scesa sul circuito di Spa-Francorchamps nella giornata di ieri non ha risparmiato nemmeno le ragazze della W Series, che sul tracciato belga si sono date battaglia nel quinto round stagionale. Una gara in condizioni difficili, con l’asfalto completamente bagnato che ha costretto ad una prima parte in regime di Safety Car, per poi lasciare le lady drivers libere di sfogarsi.

A trionfare su tutte è stata Emma Kimiläinen, che sul finale di gara è riuscita a ricucire il gap dalla leader Jamie Chadwick, per poi sferrare l’attacco e conquistare la prima posizione, involandosi poi vincitrice alla bandiera a scacchi. La finlandese del team Ecurie W si è portata rapidamente in terza posizione dopo il rientro in pitlane della Safety Car, approfittando di un errore di Caitlin Wood alla curva Raidillon, superando poi Alice Powell all’esterno della curva Blanchimont a poco meno di 9 minuti dal termine, conquistando così la seconda posizione.

Nell’ultimo terzo di gara la Kimiläinen ha ricucito lo svantaggio sulla Chadwick, riuscendo a portare l’attacco trionfale a quattro minuti dal termine, riuscendo poi a distanziarla e vincere con oltre 8 secondi di vantaggio sull’inglese, diventando la prima non britannica a trionfare nel 2021 e replicando il successo della gara di Assen del 2019.

La Chadwick può comunque ritenersi soddisfatta di aver allungato ulteriormente in campionato sulla Powell, la più diretta inseguitrice in campionato, che è giunta quarta al traguardo dietro a Marta García. La pilota spagnola ha lottato inizialmente sia con la Powell, che con la compagna di squadra Wood, riuscendo a conquistare la terza posizione davanti proprio alle due rivali.

La Wood, quindi, ha chiuso la top 5 conquistando i primi punti stagionali alla sua seconda apparizione in campionato, con Jessica Hawkins che ha vinto un duello molto acceso nel finale con Fabienne Wohlwend e Nerea Martí, ottava al traguardo. Miki Koyama ed Abbi Eaton hanno completato la zona punti, con quest’ultima capace di rimontare dal fondo della griglia in seguito all’incidente avuto in qualifica.

È proprio il suddetto incidente che ha maggiormente destato preoccupazione vista la sua gravità. Durante la sessione di qualifiche di venerdì, Sarah Moore e la Eaton hanno perso il controllo delle proprie vetture all’Eau Rouge/Raidillon, finendo contro le barriere interne e rientrando nella via di fuga. Anche Beitske Visser ha perso il controllo della vettura, carambolando contro la Eaton che è stata lanciata in aria dalla pilota olandese. Ayla Ågren, invece, è andata in testacoda ed ha impattato sulla vettura della Moore, mentre Belén García è finita contro la vettura della Visser, la quale è decollata sopra il muro di gomme, per poi atterrare, e venire colpita dalla vettura della Wohlwend, finendo capovolta. La Ågren e la Wisser sono state subito portate in ospedale per ulteriori controlli, per poi essere dimesse la sera stessa, mentre tutte le altre hanno regolarmente preso parte alla gara.

La classifica del campionato della vede ora la Chadwick al comando con 91 punti, aumentando il suo vantaggio sulla Powell da 1 a sette punti, con la sua connazionale inglese seconda a quota 84 punti. Con la vittoria di ieri la Kimiläinen è balzata al terzo posto con 60 punti, a 31 lunghezze di ritardo dalla vetta.

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente F3: Doohan trionfa a Spa in Gara 2 Successivo British Talent Cup: Lyons conquista la prima vittoria stagionale a Silverstone

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.