WEC: 2° trionfo consecutivo per Toyota, vittoria Ferrari nel GT a Portimão

credits: Twitter Toyota Gazoo Racing

L’era Hypercar del WEC continua ad essere segnata dal dominio della Toyota, riconfermata anche alla 8H di Portimão. La #8 ha infatti approfittato della strategia con una sosta in meno per andare a vincere con Sébastien Buemi, Brendon Hartley e Kazuki Nakajima, anche se c’è da sottolineare come la vettura gemella (José María López, Kamui Kobayashi e Mike Conway) abbia più volte obbedito agli ordini di scuderia, andando dunque a completare con il 2° posto davanti all’Alpine.

L’equipaggio alla guida della A480 ha lottato con le unghie e con i denti, ma nulla ha potuto fare contro lo strapotere giapponese. Nicolas Lapierre, André Negrão e Matthieu Vaxivière hanno dunque preceduto, come era immaginabile, l’equipaggio della Glickenhaus Racing, 4° anche a causa di un incidente che ha costretto ad una lunga riparazione della vettura. Richard Westbrook, Romain Dumas e Ryan Briscoe hanno concluso ben lontani dalla vetta.


Passando alla LMP2, anche qui c’è stato un dominio di un team, ovvero di JOTA Sport, autrice di una doppietta con la vettura #38 (António Félix da Costa, Anthony Davidson e Roberto González) che batte sul finale la gemella condotta da Stoffel Vandoorne, Tom Blomqvist e Sean Gelael. Perde dunque la leadership di campionato la United Autosports, nonostante il 3° posto di Phil Hanson, Paul di Resta e Wayne Boyd. Quest’ultimi avevano anche guidato in parte la gara, ma alla fine hanno dovuto accontentarsi del gradino più basso del podio.

In top 6 troviamo anche il team WRT con Robin Frijns, Ferdinand Habsburg e Charles Milesi davanti alla Inter Europol Competition (Louis Delétraz, Jakub Śmiechowski ed Alex Brundle) e alla Richard Mille Racing (Sophia Flörsch, Tatiana Calderón e Beitske Visser).


Passando alla categoria GTE, torna al trionfo l’AF Corse con Alessandro Pier Guidi e James Calado grazie ad un’ottima strategia con cui hanno battuto il Porsche GT Team guidato da Neel Jani e Kévin Estre. Situazione simile è accaduta per il 3° posto con le vetture gemelle, visto che la Ferrari #52 di Miguel Molina e Daniel Serra ha preceduto la Porsche #91 di Gianmaria Bruni, Richard Lietz e Frédéric Makowiecki.


Nella categoria AM, infine, a vincere è stata ancora la Ferrari, ma con Cetilar Racing (Antonio Fuoco, Roberto Lacorte e Giorgio Sernagiotto), brava a tenere dietro tutti nonostante la grande pressione sul finale. Redenzione, invece, per il team Project, 1 che agguanta il 2° posto con la Porsche #56 (Matteo Cairoli, Egidio Perfetti e Riccardo Pera) nonostante una penalità ricevuta. Completa il podio nuovamente la AF Corse (Giancarlo Fisichella, Francesco Castellacci e Thomas Flohr) dopo una lunga lotta con l’Aston Martin guidata da Augusto Farfus, Paul Dalla Lana e Marcos Gomes.

credits: FIA WEC
/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente EWC: Clamoroso a Le Mans. Squalificato il Team Bolliger Successivo CIWRC: Luca Rossetti e Manuel Fenoli vincono il Rally di Alba

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.