WEC: Mike Conway, Kamui Kobayashi e José María López conquistano il titolo alla 8 Ore del Bahrain. Sorride la Ferrari in GTE-Am

Mike Conway, Kamui Kobayashi e José María López sono i campioni del FIA World Endurance Championship 2019/2020. Il trio della Toyota Gazoo Racing Europe si è portato a casa il titolo grazie alla vittoria ottenuta alla 8 Ore del Bahrain, che li ha visti tagliare il traguardo davanti alla vettura gemella condotta da Sébastien Buemi, Brendon Hartley e Kazuki Nakajima.

Le Toyota erano le uniche LMP1 presenti a Şakir, quindi sul terzo gradino del podio troviamo una vettura LMP2. In questa classe abbiamo visto un bellissimo duello finale tra le due Oreca 07 della Jackie Chan DC Racing e Jota Sport. A cinque minuti dalla fine, infatti, Gabriel Aubry ha superato la vettura gemella condotta da António Félix da Costa. Il pilota francese, Will Stevens e Ho-Pin Tung hanno cosi conquistato la vittoria davanti al portoghese, Roberto Gonzales ed Anthony Davidson. Terzo posto di classe per il Racing Team Nederland (Giedo van der Garde-Frits van Eerd- Nyck de Vries), mentre Philip Hanson, Filipe Albuquerque e Paul Di Resta hanno concluso in quarta posizione con l’Oreca 07 della United Autosports. Hanson ed Albuquerque hanno cosi conquistato il titolo piloti riservato ai protagonisti delle LMP2.

Tra le GTE-Pro, la Porsche ha centrato una doppietta grazie a Michael Christensen-Kévin Estre e Gianmaria Bruni-Richard Lietz, mentre sul terzo gradino del podio sono saliti Miguel Molina e Davide Rigon con la Ferrari 488 GTE #71. A Marco Sørensen e Nicki Thiim è bastato il quinto posto per portarsi a casa il titolo GTE-Pro. L’equipaggio dell’Aston Martin ha concluso alle spalle della vettura gemella condotta da Maxime Martin e Richard Westbrook, secondo in campionato, mentre la Ferrari di James Calado e Daniel Serra è stata rallentata da un contatto con la Porsche del Team Project 1 guidata da Egidio Perfetti. Purtroppo, nel contatto la vettura del cavallino ha riportato una foratura. Davvero un peccato per Calado e Serra, che in quel momento si trovavano in seconda posizione.

La Ferrari può però festeggiare il titolo GTE-Am grazie al secondo posto finale ottenuto da Emmanuel Collard, Nicklas Nielsen e François Perrodo. L’equipaggio della AF Corse ha sfruttando alla grande i problemi patiti dall’Aston Martin #90 del team TF Sport, ottava al traguardo dopo essere stata costretta ad una lunga sosta ai box per un problema ai freni. La gara è stata vinta dalla Porsche di Perfetti- Jörg Bergmeister e Larry Ten Voorde. La 8 Ore del Bahrain è stata l’ultima gara delle LMP1. A partire dalla prossima stagione, la massima categoria del FIA WEC sarà rappresentato dalle Hypercars Le Mans.

Andrea Galati Giordano

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente ETCR: Romeo Ferraris presenta l'Alfa Romeo Giulia ETCR Successivo Manuel Sossella e Giulio Nodari si portano a casa il Rally Città di Schio

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.