WRC: Esapekka Lappi chiude al comando il Rally Italia Sardegna

Il finlandese precede la Hyundai di Tänak, rallentato da un problema all’albero di trasmissione

La giornata di venerdì ha regalato tantissimi colpi di scena ed una bellissima battaglia tra la Toyota GR Yaris Rally1 di Esapekka Lappi e la Hyundai i20 Rally1 di Ott Tänak. Grazie al miglior tempo ottenuto nella PS7, il pilota finlandese si è piazzato davanti al pilota estone. Il portacolori della Hyundai ha patito un problema all’albero di trasmissione nel tratto finale della prova di Castelsardo, ma per l’estone è arrivata una manna dal cielo con la cancellazione della PS8 e PS9. Sulla Osilo – Tergu 1 (PS6), la vettura 49 ha preso fuoco e non è stata rimossa entro il tempo disponibile, quindi il secondo passaggio è stato cancellato. Ma non è finita qui perché anche la PS9 è stata cancellata in seguito alle difficoltà che i piloti hanno trovato lungo il percorso di trasferimento verso la partenza della prova. Tänak ringrazia e mantiene la seconda piazza con uno svantaggio di soli 7 decimi da Lappi. Probabilmente senza la cancellazione delle due prove avrebbe perso parecchie posizione, dato che la sua vettura ha iniziato ad avere problemi.

Duello tutto M-Sport per quanto riguarda la terza posizione. Craig Breen, autore di un testacoda, sta battagliando con Pierre-Louis Loubet, quarto a soli 6 decimi dal proprio compagno di squadra. Nella lotta per la terza posizione potrebbe rientrare anche Dani Sordo, quinto a 4”7 da Breen. Alle spalle dello spagnolo troviamo la Ford Puma Rally1 di Adrien Fourmaux e le Toyota GR Yaris Rally1 di Takamoto Katsuta e di Kalle Rovanperä, costretto a pulire tutte le prove odierne. Giornata sfortuna per Thierry Neuville. Il belga si trova in nona posizione, ma è stato rallento da un problema all’albero di trasmissione. Venerdì da dimenticare per Elfyn Evans, costretto ad alzare bandiera bianca per una perdita d’acqua durante la PS3.

Per quanto riguarda il WRC2, Andreas Mikkelsen ha piazzato la sua Škoda Fabia Rally2 Evo davanti a tutti. Il norvegese precede la vettura gemella di Nikolay Gryazin (+15″8) e la Citroen C3 Rally2 di Jan Solans (+38.3). Giornata da dimenticare per Yohan Rossel e Teemu Suninen. Il francese é uscito di strada durante la PS7, mentre il portacolori della Hyundai ha danneggiato una sospensione nella parte finale della stessa prova.

Infine, Jan Černý é in vetta nel WRC3 nonostante una penalitá di 20 secondi. Černý precede Diego Domínguez ed il nostro Enrico Brazzoli. I tre sono racchiusi in quasi 21 secondi.

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente Moto3: Wild card tutta al femminile per María Herrera ad Aragón Successivo FE: Mitch Evans trionfa a Jakarta

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.