WRC: Kalle Rovanperä chiude al comando il Safari Rally

Il finlandese si tiene lontano dai guai e chiude la giornata davanti a tutti

Foto: Kalle Rovanperä

Uno straordinario Kalle Rovanperä ha concluso al comando la giornata del venerdì del Safari Rally, sesto atto del FIA World Rally Championship. Il portacolori della Toyota si è tenuto lontano dai guai e, nonostante sia stato costretto ad aprire tutte le prove odierne, è riuscito a chiudere la giornata davanti alla vettura gemella condotta da Elfyn Evans (+22.4), rallentato questa mattina da una foratura sulla PS5. Il gallese proverà a tenere il passo del compagno di squadra, ma dovrà anche guadarsi le spalle da Ott Tänak. Dopo aver risolto i problemi al cambio che lo hanno rallentato durante il giro mattutino, l’estone ha chiuso in terza piazza a soli 2″9 da Evans. In quarta piazza troviamo un ottimo Takamoto Katsuta. Il giapponese si trovava in seconda posizione al termine della PS6, ma nell’ultima prova odierna è stato rallentato dalla polvere sollevata dalla Ford Puma Rally1 di Craig Breen. L’irlandese ha rotto lo sterzo della sua vettura e, dopo aver rallentato il suo passo, è stato costretto a parcheggiarsi a bordo strada. In quinta posizione troviamo la Hyundai i20 Rally1 di Thierry Neuville. Il pilota belga ha perso un minuto questa mattina a causa di una piccola perdita di potenza del motore della sua i20 Rally1. La sabbia, infatti, si è conficcata nel radiatore, abbassando quindi le prestazioni della vettura di Neuville, ma anche Sébastien Ogier ed Oliver Solberg hanno patito lo stesso problema. Il francese della Toyota si trovava al comando della gara al termine della PS6, ma sull’ultima prova odierna una foratura lo ha fatto scendere sino alla sesta piazza, davanti alla i20 Rally1 condotta dal giovane Solberg. Giornata da dimenticare per M-Sport. Oltre al ritiro di Breen, nono in classifica nonostante sia stato costretto ad alzare bandiera bianca, la squadra britannica ha visto le Puma Rally1 di Sébastien Loeb e di Adrien Fourmaux riscontare dei problemi meccanici. Addirittura la vettura del cannibale ha avuto un principio d’incendio. Gus Greensmith ha concluso la giornata al dodicesimo posto assoluto. Sulla PS4 il britannico si è fermato per sostituire la gomma posteriore destra forata, perdendo ben 10 minuti. Kajetan Kajetanowicz comanda tra le WRC2 con la sua Fabia Rally2 Evo. Nonostante abbia avuto problemi con la sabbia, il pilota polacco è riuscito a chiudere davanti alla C3 Rally2 di Sean Johnston. Infine, Maxine Wahome è passato al comando tra i protagonisti del WRC3 dopo l’uscita di scena di Diego Domínguez. Domani si ripartirà alle 7:06 (ora italiana) con la prova numero 8, la Soysambu 1 di 29.32 km.

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente Red Bull Rookies Cup: Valencia si aggiunge come round finale del 2022 Successivo MotoE: Dominique Aegerter in pole anche ad Assen

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.